Speciali

ADAS Nuova Renault Clio: come funziona la guida autonoma di livello 2? Prova su strada

Nuova Renault Clio: la prova degli ADAS. Dopo averla provata su strada lo scorso settembre | Nuova Renault Clio 2019: prova su strada in anteprima | la nuova compatta della Losanga viene messa alla prova per quanto riguarda i sistemi di assistenza alla guida. Ecco quali sono, come vanno e quanto costano. 

GUIDA AUTONOMA: I LIVELLI

Prima di conoscere nel dettaglio gli ADAS e i supporti alla guida di Renault Clio 2019, è bene fare un passo indietro. Si parla tanto, infatti, di guida autonoma di livello 2, ma cosa significa nel concreto? I cosiddetti “livelli” della guida autonoma sono il frutto di una classificazione effettuata dalla SAE International, l’associazione degli ingegneri dell’automobile. 

Come possiamo vedere nella tabella qui sotto, in base alla dotazione di sistemi di assistenza e alla loro taratura, è possibile spaziare dalla guida autonoma di livello 0 a quella di livello 5: dall’assenza totale (o parziale) di ADAS alla guida autonoma vera e propria.

In particolare, nella guida autonoma di livello 0, 1 e 2 il conducente ha, sempre e comunque, l’obbligo di mantenere l’attenzione sulla strada e le mani sul volante. Nella guida autonoma di livello 3, invece, al conducente è concesso di non tenere le mani sul volante, anche se è sempre richiesto che mantenga l’attenzione sulla strada per intervenire in caso di emergenza. Solo con i livelli 4 e 5 della guida autonoma il guidatore ha la possibilità di far guidare in autonomia la vettura, senza l’obbligo di rimanere vigile sulla strada. Nel dettaglio, nella

  • guida autonoma di livello 0: sistemi come la frenata automatica di emergenza, l’avviso dell’angolo cieco e l’avviso di superamento della corsia hanno un campo d’azione limitato, offrendo al conducente un semplice avviso e un intervento minimo alla dinamica di guida;
  • guida autonoma di livello 1: sistemi come il mantenimento attivo della corsia con centramento e il cruise control adattivo riescono a gestire in autonomia sterzo, acceleratore e freno della vettura, ma non funzionano in contemporanea;
  • guida autonoma di livello 2: sistemi come il centramento di corsia e il cruise control adattivo funzionano in simbiosi, offrendo un supporto superiore al conducente, che è comunque invitato a mantenere le mani sul volante e gli occhi sulla strada anche con questi ADAS attivi;
  • guida autonoma di livello 3: sistemi come il “traffic jam”, che in sostanza sono gli stessi del livello 2, funzionano in maniera più tollerante e permettono a chi guida di togliere le mani dal volante per più tempo, in determinate condizioni. Il conducente deve comunque mantenere l’attenzione sulla strada ed essere pronto per intervenire su volante e freno in caso di emergenza
  • guida autonoma di livello 4: qui, i sistemi permettono al conducente di lasciar guidare in totale autonomia la vettura, ma la vettura (con volante e pedali) funziona a guida autonoma solo in alcune condizioni;
  • guida autonoma di livello 5: la guida autonoma è totale, in tutte le condizioni. 

LA GUIDA AUTONOMA DI LIVELLO 2 SU RENAULT CLIO: HIGHWAY AND TRAFFIC JAM COMPANION

Costruita sulla nuova piattaforma modulare dell’Alleanza CMF-B, nuova Renault Clio porta al debutto alcuni dispositivi di assistenza alla guida mai visti prima su Renault, anche nei modelli di categoria superiore. 

Il primo è l’Highway and Traffic Jam Companion: nel pieno rispetto della classificazione livello 2 SAE, questo sistema combina il cruise control adattivo (con Stop & Go) e l’assistenza al mantenimento nella corsia con centramento. Attivo solo su veicoli dotati di trasmissione automatica EDC, regola la velocità dell’auto e mantiene le distanze di sicurezza con i veicoli che si trovano davanti, mantenendo al contempo la vettura esattamente al centro della corsia.

Funziona in autostrada e in tutte quelle strade a scorrimento lento o veloce con traffico intenso: il range di velocità è compreso tra 0 e 170 km/h, offrendo alla vettura la possibilità di fermarsi e ripartire automaticamente in 3 secondi senza l’intervento del conducente. Dopo i 3 secondi, è possibile ripristinare il sistema semplicemente dando un colpetto all’acceleratore. Passano invece ben 13 secondi prima che l’auto richieda al conducente di tenere le mani sul volante, offrendo un ottimo livello di comfort (dopo altri due avvisi, si disattiva automaticamente dopo 48 secondi).

Alla base dell’Highway and Traffic Jam Companion di nuova Renault Clio ci sono una telecamera frontale e un radar, su strade dove la segnaletica orizzontale (linee continue o tratteggiate) è correttamente visibile. In mancanza di linea di carreggiata, attiva solo il cruise control adattivo. In mancanza di un veicolo che precede l’auto, l’assistente al mantenimento nella corsia resta operativo (a partire da 60 km/h) insieme al cruise control.

Sempre con il solo cambio EDC (disponibile su Clio 1.3 TCe a partire da dicembre) nuova Clio è presente il Cruise Control Adattivo: questo sistema funziona sempre da 0 a 170 km/h (come l’Highway), mantenendo autonomamente la velocità preimpostata e la distanza dal veicolo che precede (o meglio, il tempo di distanza, settabile da 2,4 a 1,2 secondi). In assenza di veicoli che precedono, l’ACC funziona come un normale cruise control, mantenendo la velocità preimpostata (anche in discesa). Highway, ACC e cruise control si controllano dalla razza sinistra sul volante

RICONOSCE PEDONI E CICLISTI

Sono tanti i dispositivi di nuova Clio presenti per la prima volta su una Renault. Il secondo è la frenata di emergenza attiva con riconoscimento di pedoni e ciclisti, che allerta il guidatore in caso di situazioni pericolose attivando il freno se questo non reagisce. Il sistema funziona indistintamente sia di giorno sia di notte. 

VISTA A 360 GRADI E PARCHEGGIO AUTOMATICO

Novità assoluta per Renault è anche la telecamera a 360 gradi: grazie a quattro telecamere, attraverso il display centrale della vettura è possibile avere una vista dall’alto dell’auto, con una buona risoluzione e velocità di calcolo. La Camera a 360° si attiva automaticamente in retromarcia ed è direttamente accessibile tramite i comandi a tastiera, situati sotto lo schermo multimediale. Volendo, dal tasto è possibile scegliere se adottare la vista a 360° o uno zoom sulla telecamera lato passeggero. Presente, come del resto sulla precedente Clio, anche la telecamera posteriore “tradizionale”. 

Il sistema di Camera 360° si abbina ai 12 sensori di parcheggio (anteriori posteriori e laterali) e all’Easy Park Assist, l’assistenza al parcheggio parallelo, perpendicolare e a spina di pesce, effettuata in maniera semi autonoma: il conducente dovrà gestire solo freno/acceleratore e cambio. 

ADDIO ALL’ANGOLO CIECO

La dotazione di sicurezza di nuova Renault Clio include il sensore dell’angolo cieco (i francesi utilizzano l’espressione “angolo morto”), che ora non si serve più solamente dei sensori ultrasonici ma anche di radar per segnalare l’arrivo di un veicolo fuori dal campo visivo del conducente. L’avviso viene visualizzato con un LED arancione annegato negli specchietti retrovisori esterni.

Di serie, su tutta la gamma Clio, la telecamera frontale che legge i segnali stradali e propone al conducente di adattare la sua velocità. Un sistema che funziona con ancora maggior precisione in presenza di navigatore. Sempre di serie sono il Distance Warning (avviso distanza di sicurezza) e i due sistemi di mantenimento della corsia.

ASSISTENZA ALLA CORSIA E ABBAGLIANTI AUTOMATICI

Il Lane Departure Warning è solo un avviso di superamento della linea di demarcazione, mentre il Lane Keep Assist offre un supporto attivo, mantenendo la vettura all’interno delle linee (il centramento avviene solo con Highway and Traffic Jam Companion). Questo sistema funziona su percorsi stradali, a partire da 60 km/h, intervenendo qualora il conducente stia superando la corsia senza prima aver inserito la freccia. 

Infine, sempre di serie su tutta la gamma di nuova Renault Clio sono i fari full LED, che nelle versioni più ricche (da Intens abbiamo i Performance LED con anche luci diurne C Shape) sono equipaggiati di serie con gli abbaglianti ad azionamento automatico: utilizzando la telecamera frontale, il commutatore dei proiettori passa automaticamente dagli abbaglianti agli anabbaglianti in funzione della luminosità esterna e delle condizioni di traffico.

CONCLUSIONI

Al termine del breve test drive, svoltosi nell’interland milanese per mettere alla prova la bontà, tra traffico autostradale e ostacoli urbani, la bontà dei sistemi, il verdetto è positivo: gli ADAS di nuova Renault Clio funzionano bene. L’Highway and Traffic Jam Companion non si comporta come “Traffic Jam Assist” (nella guida in colonna, infatti, segue il veicolo che precede ma solo in presenza della segnaletica stradale) ma offre comunque una buona sensazione di confidenza nel conducente, che può così affidarsi parzialmente al sistema per viaggiare in maniera più rilassata. 

Il centramento della corsia è preciso, anche se la telecamera è facilmente “ingannabile” dalle ombre e dai riflessi degli alberi al tramonto, scambiati per ostacoli. Il controllo dell’angolo cieco agisce preventivamente, facendoci accorgere per tempo dell’eventuale presenza di veicoli provenienti dalle altre corsie. Ottima, infine, l’intuitività dei comandi, pochi e tutti al posto giusto. 

QUANTO COSTANO GLI ADAS DI RENAULT CLIO?

Come anticipato, molti degli ADAS di cui abbiamo parlato in questo articolo sono di serie fin dall’allestimento base di nuova Renault Clio (Renault Clio Life 1.0 SCe 65 CV), venduto ad un prezzo di listino di 14.400 euro. In particolare, i sistemi di serie sono i seguenti:

  • Cruise Control
  • Distance Warning
  • Fari Full LED anteriori e posteriori
  • Lane Departure Warning
  • Lane Keep Assist
  • Active Emergency Brake (frenata di emergenza attiva
    con riconoscimento pedoni e ciclisti)
  • Chiamata di emergenza automatica

Scorrendo nella lista degli optional troviamo il sensore dell’angolo cieco (300 euro, di serie su Initiale Paris e non disponibile su Life), l’Easy Park Assist (500 euro, di serie su Initiale Paris e non disponibile su Life e Zen), la Camera a 360° (400 euro, non disponibile su Life e Zen), l’Highway and Traffic Jam Companion (300 euro, non disponibile su Life, Zen e Intens) e il Cruise Control Adattivo (200 euro su Intens e Initiale Paris). 

C’è però un pacchetto che li raggruppa tutti (o quasi): si chiama Pack Guida Autonoma e, al prezzo di 1.300 euro, include

  • Highway and Traffic Jam Companion (guida autonoma di 2° livello)
  • Blind Spot Warning (Sensore angolo morto)
  • Adaptive Cruise Control
  • Pack WINTER (Volante in pelle riscaldato e Sedili anteriori riscaldati)
  • Pack RELAX (Freno di stazionamento elettrico, Bracciolo, Retrovisore interno fotocromatico, Sedile passeggero regolabile in altezza).

Così allestito, l’esemplare di nuova Renault Clio R.S. Line TCe 130 EDC della nostra breve prova su strada costa 26.200 euro, posizionandosi al vertice della gamma Clio 2020.