News

Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio MY20: tutte le novità e i prezzi (Video)

Avrebbero dovuto essere presentate al Salone di Ginevra 2020, kermesse che poi è stata cancellata a causa della pandemia COVID-19. Parliamo delle nuove Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio MY20 e Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio MY20, versioni aggiornate seguendo i crismi del Model Year 2020 presentato lo scorso novembre | Alfa Romeo Giulia e Stelvio 2020: prova su strada | Cosa cambia? (Video)

ALFA ROMEO GIULIA E STELVIO QUADRIFOGLIO MY20: COSA CAMBIA?

A livello estetico cambia poco: i gruppi ottici posteriori a LED hanno ora una lente brunita, mentre una nuova finitura nero lucido interessa il trilobo anteriore e i badge posteriori. Altra novità interessante sono le tinte carrozzeria Oldtimer, reinterpretate partendo da colori appartenenti alla storia del marchio. Colori come il Verde Montreal, il Rosso Villa d’Este e l’Ocra GT Junior sono sì ispirati alle tinte storiche di Alfa (e fortemente collegati all’Italia) ma esplorano anche aspetti tecnici, per esaltare le superfici delle vetture. I colori saranno disponibili su tutta la gamma Giulia e Stelvio 2020, ad eccezione del Verde Montreal che rimarrà, almeno inizialmente, destinato alle Quadrifoglio. Per la prima volta, inoltre, Stelvio Quadrifoglio monta cerchi in lega da 21 pollici, con un nuovo disegno.

Le novità principali sono riservate agli interni di Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020, e riguardano principalmente il tunnel centrale, il volante e il sistema di infotainment. Nel dettaglio, parliamo di un nuovo disegno per la leva del cambio (ora rivestita in pelle), un inserto alla base con il tricolore italiano, una nuova forma per il rotore di controllo del sistema di infotainment e nuovi vani portaoggetti, compresa una base verticale in cui poter riporre lo smartphone e ricaricarlo wireless (ove compatibile). Sempre di serie i rivestimenti in pelle e Alcantara, optional invece i sedili sportivi Sparco con guscio in carbonio. Un ulteriore tocco di italianità? Le cinture che non sono più solo nere ma anche rosse o verdi.

Nuovi materiali fonoassorbenti e vetri laminati miglioreranno l’insonorizzazione a bordo. A cambiare è anche la forma del volante, ora dotato di una nuova razza inferiore, di inediti pulsanti per la gestione dei tanti ADAS di nuova generazione e di sensori capacitivi per rilevare se il conducente mantiene la mano sul volante. I nuovi ADAS, sviluppati con Bosch, sono il Lane Keeping Assist (con mantenimento al centro della corsia), Active Blind Spot Assist (controllo dell’angolo cieco con correzione dello sterzo se viene rilevato un potenziale pericolo di impatto), Traffic Jam Assist e l’Highway Assist (guida autonoma in colonna da 0 a 145 km/h con il riferimento del veicolo che precede), Driver Attention Assist e l’aggiornamento del già esistente Active Cruise Control con l’integrazione dei sistemi che leggono i segnali stradali e suggeriscono il limite di velocità adatto.

Inedito è anche il sistema di infotainment: la strumentazione parzialmente digitale (con display TFT da 7 pollici al centro dei due strumenti analogici) è di serie, così come il display al centro della plancia. Si tratta della nuova generazione del sistema di infotainment Alfa Connect, ora con diagonale di 8,8 pollici su tutte le versioni

Le novità di questo sistema prevedono una riorganizzazione dei menu a widget personalizzabili, l’arrivo del touchscreen (anche se resta possibile il controllo tramite il rotore e i pulsanti centrali, nonché i comandi al volante) e della SIM dati integrata. Grazie alla connessione a internet è possibile usufruire dei servizi connessi Alfa Connected Services, che includono funzioni come il controllo remoto della vettura (My Remote, con compatiblità anche con Amazon Alexa e Google Home), l’accesso ai parametri “vitali” dell’auto (My Car), i servizi di navigazione connessa (My Navigation) e i servizi di emergenza (My Assistant con eCall e tasto SOS).

Esclusive delle versioni Quadrifoglio sono le Performance Pages, schermate dedicate che consentono di visualizzare in tempo reale lo stato della vettura: troviamo, per esempio, le temperature dei principali organi meccanici, la distribuzione di coppia, la pressione dei turbo e la potenza utilizzata in tempo reale, oltre a cronometri digitali per misurare le prestazioni di accelerazione e velocità massima.

LE NOVITÀ TECNICHE

Riprendendo gli aggiornamenti 2020 della gamma standard di Alfa Romeo, anche le nuove Giulia e Stelvio Quadrifoglio MY20 vedono una riduzione del “saltellamento” in curva. Novità che non solo si vede, ma si sente, è lo scarico Dual mode a quattro uscite, che nella modalità Race diventa più aggressivo e coinvolgente. Se poi aggiungiamo il nuovo sistema dual mode firmato Akrapovič, realizzato in titanio con codini in carbonio, l esperienza sonora a bordo delle nuove Quadrifoglio è davvero completa.

ALFA ROMEO GIULIA E STELVIO QUADRIFOGLIO MY2020: PRESENTAZIONE

Gli aggiornamenti 2020 dedicati alle versioni sportive di Alfa Romeo Giulia e Alfa Romeo Stelvio sono stati presentati in diretta streaming: la presentazione si può rivedere, sia in italiano sia in inglese, al seguente link:

LINK PRESENTAZIONE ALFA ROMEO GIULIA E STELVIO QUADRIFOGLIO MY20

ALFA ROMEO GIULIA E STELVIO QUADRIFOGLIO MY20: PREZZI E DATA USCITA

Le nuove Alfa Romeo Giulia e Stelvio Quadrifoglio 2020 sono ordinabili a partire dal 18 maggio con i seguenti prezzi di listino: il prezzo di Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio 2020 parte da 90.500 euro, mentre il prezzo di Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio 2020 parte da 100.500 euro.