Test Drive

Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio: la prova del SUV tutto da guidare (Video)

Ci sono marchi che fanno battere il cuore: tra questi figura senza dubbio Alfa Romeo. Forte di una storia lunga 110 anni dove non sono mancati e non mancano tutt’ora alti e bassi, il brand del Biscione è noto in tutto il mondo per le vetture ad alte prestazioni, contraddistinte dal Quadrifoglio verde su triangolo bianco.

Alfa Romeo Stelvio, in particolare, è un SUV che oserei definire, senza timore di essere smentito, sorprendente. Un’auto a ruote alte, diversa dalle leggendarie Alfa del passato, che tuttavia riesce a racchiudere quell’autentico spirito Alfa Romeo. In che modo? Scopriamolo nella prova su strada completa di Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio.

PASSO DELLO STELVIO, UN LUNAPARK PER PETROLHEAD

Partiamo dalla comunicazione e in particolare dal nome, Stelvio. Come abbiamo visto con la concept car Tonale, Alfa Romeo ha scelto di associare i suoi SUV a i passi di montagna, luoghi affascinanti raggiungibili solo attraverso spettacolari strade tutte curve. La statale che attraversa lo Stelvio, con i suoi 75 tornanti, è semplicemente il meglio che un appassionato della guida possa chiedere.

DESIGN: I GENI DEL DNA ALFA ROMEO

E poi c’è lo stile, tipicamente made in Italy: cofano lungo, scudetto Alfa Romeo al centro del grintoso frontale, paraurti aggressivo con grandi prese d’aria, sfoghi a branchia sul cofano anteriore e carreggiate allargate. E ancora: cerchi in lega da 20 pollici, dischi freno carboceramici con pinze gialle, estrattore posteriore con quattro scarichi e tinta Blu Misano.

Gli interni sono cuciti attorno al guidatore, con sedili anteriori sportivi realizzati con un guscio in fibra di carbonio e inserti dello stesso materiale su plancia, volante e console centrale. Tipicamente racing il pulsante rosso di avviamento integrato nel volante.

UNA SPORTIVA PER TUTTI I GIORNI

Tutto fa pensare ad un’auto da corsa, eppure c’è abbastanza spazio per moglie, figli e bagagli, oppure per portare quattro amici a sciare. Stelvio Quadrifoglio ha le stesse dimensioni degli altri modelli di Stelvio, con 4.687 mm di lunghezza x 1.903 mm di larghezza x 1.666-1.671 mm di altezza. Il portellone elettroattuato nasconde un vano bagagli piuttosto regolare e sfruttabile, con 525 litri che diventano 1.600 litri abbattendo gli schienali 60/40.

ALFA ROMEO STELVIO: DAL 2020 È PIÙ SICURO E CONNESSO

Aggiungiamo un pacchetto tecnologico adeguato ai tempi che corrono, con un sistema di infotainment completo e una dotazione di ADAS che con il Model Year 2020, che su Stelvio Quadrifoglio arriverà nei prossimi mesi, non deluderà nemmeno i più smanettoni.

È chiaro che ci sono concorrenti, specialmente in Germania, che a livello tecnologico fanno meglio. Ma Stelvio Quadrifoglio non si compra certo per l’infotainment. Stelvio Quadrifoglio si compra per le prestazioni, il sound e la dinamica di guida davvero eccellenti.

ALFA ROMEO STELVIO QUADRIFOGLIO: COME VA SU STRADA

Impossibile resistere alla tentazione: premiamo start e l’emozione diventa tangibile: il potente 2.9 V6 Biturbo benzina da 510 CV, sviluppato a quattro mani con Ferrari, si risveglia con un borbottìo che solo i plurifrazionati Made in Italy sono in grado di regalare. L’erogazione è impressionante, con 600 Nm di coppia costante tra 2.500 e i 5.000 giri e un allungo che arriva fino a oltre 7.000 giri. Il risultato, complice la reattività del cambio automatico ZF a 8 rapporti, è un SUV tra i più veloci al mondo, con 283 km/h di velocità massima e un’accelerazione 0-100 km/h coperta in 3,8 secondi.

Ma è soprattutto tra le curve che Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio fa vedere di che pasta è fatto, con una dinamica di guida degna di una berlina sportiva. Lo sterzo ha una precisione chirurgica, la trazione integrale Q4 gestisce la motricità in tempo reale (anche se di norma l’auto è sempre a trazione posteriore) e le sospensioni AlfaLink multibraccio riducono il rollio e rendono sicuro Stelvio anche in condizioni limite. Ma il bello di Stelvio Quadrifoglio sono le sue diverse anime, gestibili mediante il “manettino” Alfa DNA nel tunnel centrale: in Natural, e ancora di più in Advanced Efficiency, la vettura è silenziosa, educata e confortevole anche sulle buche, nonostante ovviamente qualche scossone arrivi a causa della spalla ridottissima degli pneumatici. In Dynamic, invece, e ancora di più in Race, questo SUV si trasforma in autentica sportiva, cattiva, rumorosa e capace di incollarti al sedile ad ogni accelerazione, a qualsiasi velocità e regime.

Il risvolto della medaglia si ha nei consumi di Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio, da autentica supercar: durante la nostra prova di lunga durata, dove di certo non ci siamo risparmiati con il pedale dell’acceleratore, il computer di bordo ha segnato una media di 17,6 litri di benzina per 100 km. Un valore che scende, ma non troppo, se si viaggia più tranquilli, sfruttando la coppia del V6 per disimpegnarsi semplicemente con un filo di gas. Anche servendoci della modalità Advanced Efficiency la media non è mai scesa sotto i 13 l/100 km, anche se questa particolare modalità di guida fa risparmiare parecchio carburante in situazioni particolari: un esempio è quando si viaggia a velocità costante, situazione in cui si attiva anche il veleggiamento ogniqualvolta si rilasci il pedale dell’acceleratore.

ALFA ROMEO STELVIO QUADRIFOGLIO: PREZZO E DOTAZIONE

Un mezzo dalla doppia anima, questo Stelvio Quadrifoglio, che ha più senso di quanto ci si aspetterebbe: sportivo ma solo quando serve, ma sempre pratico e versatile grazie alla forma e ai contenuti di un moderno SUV. Rispetto a Giulia Quadrifoglio non si perde poi così tanto in termini di piacere di guida, anche se il prezzo è più alto, perché si parte da 96.600 euro per la versione d’ingresso, ma aggiungendo i sedili Sparco a guscio (4.000 euro), la tinta Blu Misano (1.050 euro), i cerchi in lega da 20″ bruniti Quadrifoglio (1.500 euro), le pinze freno gialle (500 euro), i freni carboceramici (8.500 euro) e il volante Quadrifoglio in Pelle e Alcantara con inserto in carbonio e pulsante avviamento rosso (500 euro) si arriva a quota 112.650 euro.

Che ne pensate di Alfa Romeo Stelvio Quadrifoglio? Scegliereste questo o la più tradizionale Giulia? Fatecelo sapere nei commenti sotto al video di YouTube! E non dimenticatevi di seguirci anche sui nostri canali social, su Facebook e Instagram, di scriverci via SMS o Whatsapp al numero 3515680441 per qualsiasi domanda e di non perdervi le puntate di ShowcarTV in tutta Italia.

Foto di @franciacortasupercars