News

Audi A8 L 60 TFSI e quattro: l’ammiraglia diventa ibrida plug-in

Dopo aver svelato nel dettaglio le versioni ibride plug-in di Q5 e A7 Sportback, Audi presenta la variante ricaricabile dell’ammiraglia: Audi A8 L 60 TFSI e quattro

Un modello che completa la gamma delle nuove ibride plug-in del marchio dei Quattro Anelli, una serie di modelli nati per coniugare le alte prestazioni con consumi ed emissioni ridotte.

Questo è possibile grazie alla combinazione di un motore a benzina e un’unità elettrica alimentata da una batteria agli ioni di litio da 14,1 kWh ricaricabile tramite presa di corrente, wallbox o colonnina pubblica (potenza massima di 7,4 kW). 

IL POWERTRAIN DI AUDI A8 IBRIDA PLUG-IN: V6 + ELETTRICO

Nel caso di Audi A8 L 60 TFSI e quattro (la L sta ad indicare la versione LWB lunga 5,3 metri, quella “corta” arriverà nelle prossime settimane), il motore a benzina è un 3.0 TFSI V6 da 250 kW (340 CV) e 500 Nm di coppia.

Il motore elettrico, integrato nella scatola del cambio automatico a 8 rapporti, sviluppa 100 kW (136 CV) e 350 Nm di coppia massima, con consumi di 21,2/20 kWh ogni 100 km e la possibilità di muovere da solo la vettura (con trazione su tutte e quattro le ruote) per un massimo di 46 km (nel ciclo WLTP) ad una velocità limite di 135 km/h.

POTENZA COMPLESSIVA DI 449 CV

In alternativa, la combinazione tra motore termico e motore elettrico (a patto che le batterie siano sufficientemente cariche) porta ad una potenza complessiva di 330 kW (449 CV) e una coppia massima di 700 Nm.

Una berlina prestazionale ma efficiente, la nuova Audi A8 60 TFSI e quattro: i consumi dichiarati in modalità ibrida sono di 2.7 – 2.5 litri di benzina per 100 km, con emissioni di CO2 comprese tra 61 e 57 g/km. La vettura è dotata di tre modalità di guida:

  • EV: 100% elettrica;
  • Hybrid: combina elettrico e ibrido per ridurre i consumi o aumentare le prestazioni;
  • Hold: mantiene la carica della batteria e la conserva per un utilizzo elettrico.

Non manca il sistema di gestione termica della batteria (raffreddata a liquido) nonché il sistema predictive efficiency assist (PEA), che sfrutta le info provenienti dal navigatore, dai segnali stradali e dal radar anteriore per adattare in modo predittivo il recupero dell’energia (che raggiunge i 25 kW nelle discese, 80 kW con i freni e consente di frenare semplicemente sollevando l’acceleratore fino a 0,3 g) o la modalità di veleggio in caso di pianura. 

SOUND ARTIFICIALE PER AVVISARE I PEDONI

Infine, Audi A8 ibrida plug-in è dotata dell’AVAS acoustic vehicle alerting system – ovvero il sistema di avviso acustico che riproduce un suono proporzionato alla velocità della vettura per avvisare i pedoni del suo arrivo (attivo fino a 20 km/h). 

Audi A8 ibrida plug-in è già ordinabile in Germania, ad un prezzo di 109.000 euro (con IVA al 19%). Il debutto sul mercato è previsto entro la fine dell’ultimo trimestre 2019.