News

Auto elettriche FCA: a Mirafiori la produzione delle batterie

Un investimento di 50 milioni di euro e grandi aspettative per il nuovo Battery Hub, lo stabilimento per la produzione delle batterie che troveremo sotto le future auto elettriche del gruppo FCA.

A partire dal 2020 arriverà infatti sul mercato la versione 100% elettrica della nuova Fiat 500, prodotta a Mirafiori. Ed è proprio nello stabilimento alle porte di Torino che FCA realizzerà il Battery Hub

Si tratta di un vero e proprio centro di assemblaggio batterie, realizzato in una fabbrica dedicata già predisposta per espandersi a seconda della prevedibile crescita delle auto elettriche nei prossimi anni. 

“Il nuovo centro di assemblaggio avrà anche la funzione di centro tecnologicamente avanzato con test elettronici per il controllo di qualità dei componenti più strategici che saranno forniti dai maggiori produttori leader nella mobilità elettrica. Analoghi controlli elettronici, che utilizzeranno le più sofisticate tecniche internazionali, saranno fatti per gestire l’efficienza delle batterie dopo l’assemblaggio. Comau sarà un partner dell’iniziativa grazie alla propria competenza negli assemblaggi”

L’arrivo di Fiat 500 elettrica (che vedete qui sopra nel nostro rendering esclusivo) porterà a Mirafiori una forza lavoro di 1.200 persone, tutte dedicate alla nuova linea produttiva, che a regime sfornerà 80.000 unità all’anno (con possibilità di espansione). 

Il 2020 sarà l’anno dell’elettrificazione di FCA, che nel triennio 2019-2021 investirà in Italia 5 miliardi di euro. Il risultato sarà un sostanziale rinnovamento della gamma prodotti, con il debutto di 13 modelli totalmente nuovi o profondamente rinnovati e 12 versioni elettriche di modelli nuovi o già esistenti. Il futuro, per FCA, è elettrico (o ibrido).