News

BMW M2 Competition, finalmente svelata la super sportiva della casa tedesca

Dopo l’anteprima di qualche giorno fa, ecco finalmente le nuove immagini ufficiali della BMW M2 Competition, l’accattivante coupé sportiva di BMW. Questa nuova versione monterà l’esclusivo motore a 6 cilindri, 550Nm (a 2.350/5.200 giri) e 410cv, con una potenza leggermente minore rispetto alla M2 classica, ma con la tipica trazione posteriore.Le prestazioni saranno, come al solito, eccezionali, con un’accelerazione da 0 a 100 in 4,4 secondi (o 4,2 nella versione con motore automatico) e, buona notizia per gli amanti della guida sportiva, un cambio manuale a 6 marce. La velocità massima toccherà i 250km/h (o 280 per coloro che hanno optato per il pacchetto M Driver’s) e, insieme ai nuovi cerchi in alluminio forgiato da 19″, saranno presenti i 4 dischi ventilati con pinze a 4 pistoni all’anteriore e 2 al posteriore. Ci saranno, inoltre, diversi affinamenti meccanici ed elettronici, quali il differenziale attivo M e i DSC. I consumi saranno di 10 litri ogni 100 km con emissioni pari a 228g/km di CO2.Le prese d’aria, in questa nuova BMW M2 Competition, saranno più grosse, con il l’immancabile doppio rene con listelli in gloss black. L’illuminazione sarà affidata alla tecnologia a Led e saranno presenti, inoltre, gli inediti specchietti retrovisori. Saranno quattro gli scarichi con valvole nell’estrattore, le quali saranno controllabili elettronicamente per variare a proprio piacere l’intensità del sound.L’abitacolo sarà, come di consueto, l’ambiente ideale per un guidatore di una BMW firmata M e offrirà i classici sedili sportivi, inserti in fibra di carbonio, volante a tre razze e bottone di avviamento color rosso. Saranno, inoltre, presenti i sistemi di assistenza alla guida, quali la frenata d’emergenza, la telecamera posteriore e il mantenimento automatico della corsia di marcia.

La nuova BMW M2 Competition farà il suo debutto al Salone di Pechino e sarà disponibile nelle concessionarie nella prossima estate con un prezzo, purtroppo, ancora sconosciuto, ma comunque più alto della versione normale della M2, la quale, una volta arrivata sul mercato la sorella, lascerà lei il posto che le spetta scomparendo dai listini.

Autore dell'articolo:

Showcar