Test Drive

BMW Serie 8: recensione della GT di lusso con motore diesel (Video)

Rappresenta indubbiamente uno dei sogni proibiti di tutti gli automobilisti: parliamo della nuova BMW Serie 8, la più riuscita degli ultimi anni per quanto riguarda il design. Il modello che stiamo provando è dotato del motore a gasolio, trazione integrale e allestimento M Sport. Scopriamolo insieme nella nostra recensione.

DESIGN: “MUSCLE CAR” EUROPEA

Iniziamo a conoscere lo stile di questa interessante vettura: cofano molto lungo, come si addice ad una coupé di razza, grandi nervature che vanno a fondersi nel doppio rene che ha una finitura nera lucida nel nostro allestimento M Sport. Fanaleria inedita, con fanaleria ad abbagliante laser che viene fornita come optional: BMW dice che questi sono i più sottili mai realizzati dalla Casa di Monaco ed effettivamente la loro forma dona una grinta notevole alla vettura. 

Una bocca molto ampia, dove al centro troviamo il radar del cruise control adattivo e due prese d’aria reali che fanno confluire l’aria al motore. Anche quelle laterali sono vere e contribuiscono al raffreddamento dei freni. Ma l’aspetto più affascinante di quest’auto è la fiancata, dove troviamo un cofano molto lungo, un abitacolo rastremato e un padiglione che scende progressivamente verso una coda corta. Alcuni colleghi della stampa inglese hanno voluto fare una provocazione, sovrapponendo la silhouette di Serie 8 con quella di Ford Mustang, trovando diverse analogie. Possiamo dire, dunque, che BMW Serie 8 sia una sorta di “muscle car” all’europea

DIMENSIONI E BAGAGLIAIO

Le dimensioni di BMW Serie 8: 282 cm di passo che regalano un abitacolo solo discreta all’interno (l’abitacolo è molto arretrato); altezza di 134 cm, lunghezza di 484 cm e larghezza di 190 cm. Le sedute sono comode per i sedili anteriori, rivestiti in modo magistrale con imbottiture rigide ma confortevoli. Lo spazio per i passeggeri posteriori, tuttavia, è risicato, anche se chi guida è alto 1,67 m come nel nostro caso.  

Uno degli aspetti più interessante dell’esemplare in prova è l’impianto frenante M Technik, con dischi davanti e dietro da 395 mm e pinze marchiate M Sport. Il volume posteriore amplifica la larghezza della vettura, grazie anche ai proiettori a sviluppo orizzontale con firma luminosa a L con tecnologia full LED e fibra ottica. Un grande spoiler è anche sottolineato da un sottile spoiler in fibra di carbonio verniciata. Il bagagliaio ha un’apertura elettroattuata e vanta una capacità di 420 litri che può aumentare sensibilmente abbattendo gli schienali 50/50. Nello scudo posteriore troviamo due sfoghi dell’aria simulati, oltre ad un estrattore con colore a contrasto e due grandi scarichi trapezoidali. 

INTERNI E TECNOLOGIA

L’abitacolo di nuova BMW Serie 8 rappresenta il meglio della casa di Monaco per quanto riguarda tecnologia e finiture. Tutto è rivestito in pelle, con cuciture a vista. Curata anche l’illuminazione con fibra ottica che cambia colore in base alle esigenze (per esempio nelle portiere cambia colore per segnalarne l’apertura). Il cielo dell’abitacolo è interamente rivestito in Alcantara, mentre i sedili hanno regolazioni elettriche e ventilazione.

Il quadro strumenti è interamente digitale e può variare nella grafica e nella tinta in base alle modalità di guida: in Eco azzurro, Sport rosso e bianco/arancione in modalità Normal. Volante sportivo con parte centrale in pelle, pochi comandi intuitivi e facili da utilizzare. Paddle in alluminio per la gestione del cambio ZF e inserti sempre in alluminio nella parte centrale del tunnel completano la dotazione.

Il sistema di infotainment evolve il concetto di iDrive, con display touch che si può gestire anche dal rotore centrale sul tunnel, dai comandi gestuali o da quelli vocali, pronunciando la formula “Ciao BMW”. La pulsantiera per radio/multimedia/preferiti e climatizzatore è apprezzabile, ma i tasti sono un po’ troppo piccoli. La leva del cambio automatico può essere anche in cristallo. 

La navigazione connessa funziona davvero molto bene e il sistema di bordo è ricco di applicazioni connesse, tra cui meteo e punti di interesse. Presente Apple CarPlay in modalità wireless (Bluetooth). 

BMW 840D: COME VA SU STRADA

Appena abbiamo acceso il propulsore di BMW 840d ci siamo stupiti per il sound pieno e vigoroso, che si addice ad una sportiva di razza. Il 6 cilindri in linea da 3 litri sviluppa la bellezza di 320 CV e 680 Nm a 1.600 giri. La velocità massima è autolimitata a 250 km/h, mentre l’accelerazione 0-100 km/h viene coperta in 4,9 secondi (5,2 secondi nella nostra prova che vedete in video).

L’accelerazione è bruciante ma il peso importante della vettura si fa sentire, con una certa inerzia nelle ripartenze da fermi. L’assetto ribassato, i cerchi in lega da 20 pollici e soprattutto le sospensioni adattive a controllo elettronico, tuttavia, riescono a fare miracoli in termini di precisione di guida. 

E poi ci sono le quattro ruote sterzanti, che permettono alla vettura di girare in controfase rispetto alle ruote anteriori a velocità inferiori a 60 km/h, per rendere l’auto più agile nelle svolte e in curva. Il passo, infatti, viene accorciato virtualmente. Oltre questa velocità, le ruote posteriori ruotano in fase, per rendere più stabile la vettura (in questo caso, invece, il passo viene allungato virtualmente). A questo aggiungiamo la distribuzione dei pesi 50/50.

Straordinario il cambio ZF a 8 rapporti con convertitore di coppia riesce ad offrire il rapporto giusto in qualsiasi condizione, cambiando molto nel suo carattere selezionando le modalità di guida. In modalità Sport, con cambio in manuale, abbiamo una reattività inaspettata. Le altre modalità di guida: Comfort, Sport ed EcoPro, oltre a Individual (sterzo, sospensioni, cambio). 

I consumi sono inferiori a quanto farebbero pensare lo stile della vettura e le sue prestazioni: 8,3 l/100 km nel corso della nostra prova, e qui ci si ricorda che siamo alla guida di un diesel.

ADAS BMW SERIE 8

Capitolo ADAS: la guida autonoma di livello 2 avanzato è il meglio di quanto offerto da BMW in gamma: Cruise Control Adattivo, Lane Assist con centramento di corsia molto efficace, Traffic Jam (segue la vettura che precede nel traffico lento) e “memoria” che ripercorre autonomamente gli ultimi 50 metri in retromarcia. Infine, è impossibile sbagliarsi nelle manovre grazie al parcheggio automatico e alle telecamere a 360 gradi, con grafica 3D aggiornata in tempo reale. 

Il prezzo di BMW 840d parte da circa 113.000 euro, ma può arrivare a sfiorare i 130.000 euro equipaggiando la vettura dei tanti optional disponibili a listino.

CONFIGURATORE BMW SERIE 8

Che ne pensate di BMW Serie 8? Fatecelo sapere nei commenti! E non dimenticatevi di seguirci anche sui nostri canali social, su Facebook e Instagram, di scriverci via SMS o Whatsapp al numero 3515680441 per qualsiasi domanda e di non perdervi le puntate di ShowcarTV in tutta Italia.

Foto di @franciacortasupercars