Anteprime

Citroen C3 R5 pronta per il CIR 2020, ma il COVID fa slittare il Rally del Ciocco

Lo stop all’avventura di Citroen nel Campionato Mondiale Rally – una scelta “forzata” dalla decisione di Sébastien Ogier di lasciare Citroen Racing al termine della stagione WRC 2019 – non ferma gli impegni sportivi della Casa francese a livello locale. Confermata, dunque, la presenza di Citroen Italia nel Campionato Italiano Rally (CIR) 2020. Ecco tutte le novità della prossima stagione, la seconda consecutiva per l’equipaggio reduce della vittoria nel 2019.

SQUADRA CHE VINCE…

L’equipaggio ufficiale per la stagione CIR 2020 è composto da un duetto vincente: il pilota Andrea Crugnola e il suo navigatore Pietro Elia Ometto, che proprio nella stagione appena conclusa hanno conquistato la vittoria del Campionato Italiano Rally Asfalto. Come per il 2019, ad accompagnare il talento della squadra ci sarà lei, la Citroen C3 R5 con la livrea di Citroen Italia preparata dallo stesso team tecnico di Fabrizio Fabbri, lo storico partner sportivo di Groupe PSA Italia che si occuperà anche dell’assistenza in gara.

Crugnola, varesino classe 1989, inizia la sua esperienza in Citroen nel 2011 come Pilota Ufficiale di Citroen DS3 R3T nel Campionato Italiano Rally e nel Campionato del Mondo Rally (WRC Academy), ma le sue radici nel CIR affondano nel 2008, anno in cui si aggiudica il titolo di Campione Italiano Rally Under 23. A livello nazionale, Andrea Crugnola si è distinto negli ultimi due anni conquistando il Titolo Campionato Italiano Rally: nel 2018 navigato da Danilo Fappani e nel 2019 con Pietro Elia Ometto al suo fianco. Le premesse per fare bene nel 2020 ci sono tutte e l’ottimismo non manca a Crugnola, che nel corso della conferenza stampa di presentazione dei programmi sportivi Citroen 2020 ha dichiarato:

Il mio obiettivo è quello di puntare al titolo assoluto. Sono consapevole che non sarà semplice visto il valore dei miei avversari ma con un pacchetto team, vettura e gomme di questo livello ho tutte le carte in regola per fare bene.

Il primo contatto con la vettura è avvenuto ad inizio settimana e anche se le condizioni sono state particolarmente difficili mi sono sentito subito a mio agio. La vettura infatti mi ha sorpreso positivamente, in particolare per la buona qualità della trasmissione e del motore, vivace e reattivo. L’ho trovata molto fluida e facile da guidare, ma nello stesso tempo dinamica e scattante.  Buono l’inserimento in curva, precisi i cambi di direzione, senza mai perdere di aderenza. Ora il lavoro che ci attende è quello di trovare il giusto set-up per adattarla al mio stile di guida

DEBUTTO INCERTO CAUSA CORONAVIRUS

Il primo appuntamento della stagione CIR 2020 avrebbe dovuto tenersi il 13-14 marzo con la 43esima edizione del Rally del Ciocco e Valle del Serchio. La Giunta Sportiva ACI, riunitasi a Roma in data 9 marzo, ha tuttavia deciso di rimandare la gara al 18, 19 e 20 giugno. Il motivo è sempre quello: lo stop alle manifestazioni sportive per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Confermato, per il momento, l’appuntamento con il 44° Rally 1000 Miglia per il 17-18 aprile.