News

Car sharing: Drive Now e car2go diventano Share Now. E arrivano le Mercedes

Dopo essere entrato in funzione a inizio novembre con la nuova app unificata, Share Now completerà a inizio 2020 la fusione tra Drive Now e car2go. Nasce così il più grande servizio di car sharing in Italia e nel mondo, con una flotta di oltre 20.000 veicoli e 4 milioni di utenti in 30 città.

DriveNow Italia si unirà a car2go Italia S.r.l. il 01.01.2020. Dal 1° gennaio, car2go Italia S.r.l. subentrerà nel nuovo contratto con te, in aggiunta a tutti i diritti e gli obblighi di DriveNow Italia.

L’UNIONE FA LA FORZA

Si concretizza, dunque, la prima fase della strategia attuata da BMW Group e Daimler: annunciata alla fine del 2018, la partnership mira ad unire le forze non solo per sostenere finanziariamente e ottimizzare gli investimenti nel business del car sharing ma anche per tutti i servizi di mobilità. Dal ride sharing in stile Uber ai taxi, dalla ricerca dei parcheggi fino alla ricarica dei veicoli elettrici.

La piena operatività della fusione si compirà nel 2020, quando l’app Share Now (che oggi ingloba l’ex app car2go) permetterà agli utenti di prenotare sia i veicoli del gruppo Daimler sia quelli del gruppo BMW. In quel momento, i due servizi diventeranno uno solo, e di conseguenza anche la flotta si amplierà, includendo modelli a marchio BMW, MINI, smart e anche (per la prima volta in Italia) Mercedes-Benz.

SHARE NOW: MODELLI E TARIFFE

Le tariffe per utilizzare i veicoli di Share Now variano in base al tipo di noleggio scelto, che sia per qualche minuto, qualche ora o qualche giorno (fino a 14 giorni). I vantaggi per gli utenti non finiranno qui: la fusione porterà, infatti, un’area operativa più grande.

share now smart bmw mini mercedes
share now tariffe quanto costa prezzi