News

Coronavirus, FCA ferma la produzione in Europa per 2 settimane

In risposta alla rapida diffusione dei contagi da COVID-19 in tutta Europa, una situazione che ha portato ad una momentanea contrazione della domanda di veicoli e ad una sempre maggiore difficoltà di fornitura da parte delle aziende partner, FCA ha deciso di sospendere in via momentanea le attività produttive nella maggior parte dei suoi stabilimenti in Europa.

La sospensione avrà effetto immediato e durerà fino al 27 marzo, interessando gli stabilimenti italiani FCA e Maserati di Melfi, Pomigliano d’Arco, Cassino, Carrozzerie Mirafiori (dove si sta preparando la produzione della nuova Fiat 500 elettrica), Grugliasco e Modena, quello serbo di Kragujevac e quello polacco di Tychy. Un’iniziativa simile è stata intrapresa anche da Ferrari a Maranello e Modena.

La scelta di sospendere temporaneamente la produzione permetterà ad FCA di rispondere all’interruzione della domanda del mercato garantendo l’ottimizzazione della fornitura.

In particolare, la sospensione della produzione viene attuata in modo tale da consentire al Gruppo di riavviare la produzione tempestivamente quando le condizioni del mercato lo consentiranno.

Come precedentemente annunciato, già dalla scorsa settimana FCA aveva intrapreso misure eccezionali per il contenimento delle opportunità di contagio tra i dipendenti, per esempio riducendo il regime produttivo per aumentare la distanza tra gli operatori oppure accelerando la diffusione dello smart working.