News

Coronavirus, sospesi i trasporti passeggeri da e verso Sicilia e Sardegna

La rapida diffusione del coronavirus (COVID-19) sta spingendo le autorità ad intensificare le misure per il contenimento del contagio in ottemperanza al DPCM dell’11 marzo che ha messo in quarantena l’Italia. Come da decreto, lo ricordiamo, gli spostamenti sono consentiti solamente per validi motivi, ovvero lavoro, necessità e salute. Attualmente, le regioni più colpite dal virus sono quelle del nord (Lombardia in particolare), ma è solo questione di giorni prima che il bilancio cominci ad aggravarsi anche al centro e al Sud. Nelle isole maggiori, in particolare, si cerca di arginare la possibilità di nuovi casi di contagio attraverso soluzioni più drastiche, quale la limitazione degli spostamenti.

SICILIA

Nelle scorse ore, la Regione Sicilia ha avanzato al Ministero dei Trasporti la richiesta di limitare il trasporto persone da e verso l’isola, e nella notte il Ministro Paola de Micheli ha firmato il decreto che prevede la sospensione dei collegamenti e dei trasporti ordinari delle persone da e per la Sicilia fino al 25 marzo 2020. Prosegue regolarmente, invece, il trasporto delle merci.

L’obiettivo delle misure inserite nel Decreto è quello di contrastare il diffondersi dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, limitando al massimo il rischio di possibili fonti di contagio provenienti dall’esterno della Sicilia.

Queste, in sintesi, le misure specificate nel decreto:

  • Le persone potranno viaggiare su navi adibite al trasporto merci esclusivamente “per dimostrate ed improrogabili esigenze, previa autorizzazione del Presidente della Regione”.
  • Stesso discorso per gli spostamenti via mare per i passeggeri da Messina per Villa San Giovanni e Reggio Calabria e viceversa, sempre per esigenze di lavoro, di salute o per situazioni di necessità.
  • Si ferma anche il trasporto aereo passeggeri, con l’eccezione di “improrogabili esigenze di connessione territoriale con la penisola”: per tali situazioni sono stati garantiti due voli A/R Roma-Catania e due voli A/R Roma-Palermo, gli unici attivi (sono sospesi anche quelli internazionali).
  • Il trasporto ferroviario prevede un treno al giorno intercity Roma-Palermo e viceversa. Soppressi i servizi automobilistici interregionali.

SARDEGNA

Lo scorso 14 marzo lo stesso Ministro de Micheli aveva inoltre accolto la richiesta della Regione Sardegna di sospendere tutto il traffico passeggeri, da e verso l’isola, mantenendo operativo soltanto il traffico merci. La richiesta è stata accolta, anche in relazione alle difficoltà delle strutture sanitarie locali di far fronte ad una propagazione esponenziale del COVID-19, fino al 25 marzo 2020.

Il decreto, nello specifico, prevede le seguenti misure:

  • Il trasporto marittimo è sospeso per i passeggeri e garantito in modo regolare per le merci su unità di carico non accompagnate. Anche in questo caso può essere autorizzato, per dimostrate ed improrogabili esigenze di necessità, salute e lavoro, il trasporto passeggeri a bordo di navi adibite al trasporto merci.
  • Il trasporto aereo è assicurato solo presso l’aeroporto di Cagliari verso Roma Fiumicino per le comprovate e improrogabili esigenze di cui sopra, previa autorizzazione del Presidente della Regione.