News

Decreto Clima: con il Buono Mobilità incentivi rottamazione auto e moto

Con la firma del Decreto Clima (legge 12 dicembre 2019, n 141) viene convertito in legge il decreto-legge 14 ottobre 2019, n. 111. Come anticipato lo scorso ottobre | Nel decreto clima anche gli incentivi per rottamazione auto| il testo approdato in aula tratta di una serie di provvedimenti pensati per ridurre l’impatto ambientale delle attività quotidiane e migliorare la qualità della vita dei cittadini, in particolare quelli che vivono nelle regioni più inquinanti.

Sono 8 le aree incluse nel provvedimento: Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Sicilia, Toscana e Veneto. Ovvero le regioni sottoposte a procedure di infrazione Ue per il superamento delle soglie di inquinamento.

BUONO MOBILITÀ: GLI INCENTIVI

La novità che più ci riguarda da vicino è senza dubbio l’introduzione del Buono mobilità: un incentivo destinato non tanto al rinnovamento del parco auto e moto, quanto piuttosto alla riduzione del numero di veicoli inquinanti in circolazione. In particolare, verranno stanziati contributi di:

  • 1.500 euro per chi rottama, entro il 31 dicembre 2021, un’auto omologata fino ad Euro 3;
  • 500 euro per chi rottama motocicli omologati fino a Euro 2 (o Euro 3 a due tempi).

VERSO UNA MOBILITÀ SOSTENIBILE E CONDIVISA

Come anticipato, il Buono mobilità non è destinato all’acquisto di nuove auto o moto meno inquinanti (per questo ci sono già l’Ecobonus statale e i diversi contributi a livello regionale), bensì all’acquisto di abbonamenti al trasporto pubblico locale, regionale o di altri servizi integrati ma anche biciclette a pedalata assistita e di servizi di mobilità condivisa a uso individuale. Si incentiva, dunque, un cambio di stile di vita a favore di una mobilità più sostenibile.

Maggiori informazioni e indicazioni relative all’erogazione del contributo verranno incluse nel decreto, emanato entro i prossimi 60 giorni dai ministeri dell’Ambiente, dell’Economia e dei Trasporti.