News

DS 9: l’ammiraglia francese è solo ibrida

Tra le numerose novità del Salone di Ginevra 2020 compare finalmente anche il marchio DS Automobiles: il brand premium, unico marchio di Groupe PSA presente alla kermesse svizzera, si presenterà al Salone con due anteprime mondiali, una concept car e una in veste di produzione. Se sulla prima ancora si sa poco, sulla seconda abbiamo invece l’ufficialità: ecco la nuova DS 9.

DESIGN DS 9: ELEGANZA E LUSSO ALLA FRANCESE

DS 9 nasce sulla piattaforma modulare EMP2 a trazione anteriore e, in particolare, da una costola della versione a passo lungo di Peugeot 508, la 508 L destinata al mercato cinese. Evidenti i richiami alle proporzioni della berlina-coupé del Leone, in particolare nella linea dei finestrini laterali, che non cambia rispetto a Peugeot. In questo caso, i designer DS sono intervenuti per uniformare la vettura al family feeling del giovane brand, aggiungendo modanature cromate e lavorando sul trattamento delle superfici di carrozzeria e paraurti. Parola d’ordine: eleganza.

Soluzioni come i “coni” nei montanti posteriori (che riducono visivamente il loro spessore e includono, come sull’originale DS del 1955, le luci di ingombro laterale), nonché i nuovi gruppi ottici, l’inserto cromato sul cofano e sotto ai fanali posteriori, la calandra con DS Wings cromate e luci diurne verticali “point-perle”, richiamano a quell’idea di “lusso alla francese” tipica del marchio DS. Un’idea che ritroviamo ancora più enfatizzata all’interno del sontuoso abitacolo, dove le differenze rispetto a Peugeot 508 sono decisamente più marcate.

La plancia è simile a quella del SUV DS 7 Crossback, dunque ricca di inserti e quasi totalmente rivestita in pelle o tessuto, a seconda dell’allestimento e della “ispirazione” scelta dal cliente: DS BASTILLE, DS RIVOLI, Performance Line o DS OPERA. Domina la parte alta della plancia, costituita da un display touch da 12 pollici e da una strumentazione digitale da 12,3 pollici, l’orologio B.R.M.

DIMENSIONI DS 9

DS 9 si inserisce nella parte più alta del segmento D, con una lunghezza di 4,93 metri, una larghezza di 1,85 metri e un passo mai raggiunto prima dalla piattaforma EMP2: 2,90 metri. Al punto che DS promette l’esperienza “DS Lounge”: i sedili posteriori offrono lo stesso comfort di quelli anteriori, con tanto spazio, funzione riscaldamento/ventilazione/massaggio e appoggiagomito centrale.

MOTORI DS 9: SOLO IBRIDI PLUG-IN

DS 9 sarà proposta unicamente con motorizzazioni ibride plug-in E-TENSE. Si parte a fine 2020 con l’entry level, che combina un motore benzina turbo PureTech e un’unità elettrica da 80 kW (110 CV) e 320 Nm di coppia integrata nel cambio automatico a 8 rapporti (di serie su tutte), alimentata da un pacco batterie agli ioni di litio da 11,9 kWh, ricaricabile in 1,5 ore grazie al caricatore integrato da 7,4 kW.

La potenza combinata è di 225 CV, la trazione è solo anteriore e l’autonomia elettrica (nel ciclo WLTP) è compresa tra 40 e 50 km. uccessivamente al lancio, la gamma motori si arricchirà con altre versioni ibride plug-in: da 250 CV a 2 ruote motrici con un’autonomia maggiore e da 360 CV con trazione integrale elettrica.

DS 9: TECNOLOGIA DA AMMIRAGLIA

Grazie alla tecnologia DS ACTIVE SCAN SUSPENSION, le sospensioni di DS 9 diventano “smart”: una telecamera scansiona la strada, mentre i captatori di assetto, gli accelerometri e i rilevatori degli assali registrano tutti i movimenti e li trasmettono al sistema che prepara ognuna delle sospensioni.

La tecnologia dell’ammiraglia di DS prevede la guida autonoma di livello 2 avanzato: con il DRIVE ASSIST, per esempio, vengono gestiti in autonomia la velocità, la distanza dal veicolo che precede e il mantenimento al centro della corsia, fino a 180 km/h. Presenti anche il DS PARK PILOT per il parcheggio automatico (basta tener premuto il pulsante Park e la vettura gestisce autonomamente acceleratore, sterzo e freno), il DS NIGHT VISION (telecamera a infrarossi che rileva pedoni, ciclisti e animali fino a 100 m di distanza), il DS DRIVER ATTENTION MONITORING, i DS ACTIVE LED VISION (fari automatici con cinque modalità di illuminazione), il controllo degli angoli ciechi, la frenata automatica d’emergenza e il riconoscimento esteso dei cartelli stradali. Non manca, infine, l’accesso keyless con DS SMART ACCESS, che sostituisce (volendo) la chiave con lo smartphone (via Bluetooth), permettendo la condivisione dell’accesso alla vettura con altri cinque utenti.