Elettrico & Tech

Electric Avenue W9: la strada del futuro

Si chiama Sutherland Avenue la strada di Londra scelta come ammiraglia della rivoluzione elettrica, attraverso l’istallazione di più di 24 punti di ricarica, per veicoli elettrici ed ibridi, promossa dal Westminster City Council, in collaborazione con Siemens e Ubitricity, per combattere il problema dell’inquinamento nella capitale inglese.

Battezzata come Electric Avenue W9, questa strada del distretto di Westminster, rappresenta la risposta del governo inglese alla crescente domanda, da parte dei cittadini londinesi, di colonnine di ricarica per i veicoli elettrici e ibridi. Recentemente Siemens ha condotto delle ricerche, da queste risulta che oltre un terzo dei cittadini era intenzionato ad acquistare un veicolo elettrico o ibrido, ma la mancanza di sufficienti punti di ricarica li ha fermati dal farlo (oltre il 40% ha dichiarato la presenza di questo fattore deterrente). Ecco, allora, che nasce una rete di punti di ricarica che utilizza le presenti infrastrutture della città, ovvero i lampioni, per implementare le colonnine di ricarica per veicoli elettrici. Questa rete, lunga di più di 800 metri, si compone di più di 24 “lampioni di ricarica”, alla quale si aggiungono altre due strade adiacenti in fase di completamento. Il sistema ecofriendly, innovativo e versatile consente ai cittadini di ricaricare i veicoli comodamente ed efficacemente in quanto si è registrato che l’autonomia dei veicoli elettrici con una ricarica “overnight” è di 200 km circa (variabile a seconda della batteria che monta il veicolo elettrico), mentre un veicolo ibrido può essere ricaricato completamente in due o tre ore

L’installazione di questa “strada del futuro”, insieme ad altre 1300 lampioni riconvertiti in punti di ricarica sparsi per tutta la città, fa parte di un grande progetto finanziato dal Go Ultra Low Cities scheme, iniziativa del dipartimento dei trasporti londinese che grazie all’hashtag #LetLondonBreathe, promuove il miglioramento della qualità dell’aria nella capitale inglese. 

Il Governo londinese insieme a Siemens e Ubitricity ha notato dopo l’installazione di alcuni punti di ricarica, un aumento del 40% solo nel 2019 dell’acquisto di veicoli elettrici. Numeri questi che il Westminster City Council ha l’obiettivo di aumentare con l’implementazione di oltre 1000 nuovi charging point per il 2020.