News

FCA-PSA: la famiglia Peugeot potrebbe presto aumentare la propria quota

Ancora non si è concretizzata l’annuciata fusione tra FCA e PSA che già iniziano a delinearsi le strategie degli azionisti di maggioranza. La notizia, trapelata sul quotidiano francese l’Est Republicain e riportata da Automotive News, riguarda l’intenzione della famiglia Peugeot di aumentare la propria partecipazione della futura società.

Come stabilito nel Memorandum d’Intesa relativo alla fusione tra il gruppo italoamericano Fiat Chrysler Automobiles e il francese Groupe PSA, dopo la fusione (che verrà avviata e completata nel giro di 12-15 mesi) la quota di partecipazione della famiglia Peugeot – maggiore azionista del futuro gruppo insieme a Exor (la holding della famiglia Agnelli/Elkann) – sarà del 6,2%.

I termini dell’accordo, tuttavia, prevedono che la famiglia francese possa incrementare fino al 2,5% la propria quota azionaria, raggiungendo l’8,7%. Un’operazione permessa solamente se Peugeot deciderà di acquisire quote dal fondo di investimento dello Stato Francese Bpifrance Participations e da Dongfeng, il gruppo automobilistico cinese, la cui attuale quota del 12,2% scenderà al 4,5% una volta concluso il processo di fusione. L’intenzione è stata confermata da Jean-Philippe Peugeot, l’uomo al comando della holding Etablissements Peugeot Freres.