News

Fiat: un B-SUV potrebbe sostituire la 500L

Fiat B-SUV 2022: tra le tante novità che il Gruppo FCA potrebbe introdurre nel corso dei prossimi mesi figura anche un modello pensato per occupare il segmento B, attualmente coperto dalla sola monovolume Fiat 500L. Un modello intelligente e a buon mercato, che tuttavia non è mai decollato veramente a livello commerciale fuori dall’Italia. Senza dimenticare che si tratta di un’auto uscita nel 2012, dunque ormai a fine carriera.

A questo aggiungiamo che, di recente, il responsabile del brand Fiat a livello globale Olivier Francois ha confermato l’arrivo di nuovi modelli a marchio Fiat nei segmenti B, C e D. Alcuni di questi riproporranno, con dimensioni diverse, i concetti di stile e razionalità incarnati dalla concept car del 2019 Fiat Centoventi. Altri, invece, amplieranno la gamma premium di Fiat 500.

NUOVI SUV IN ARRIVO

Sotto al crossover Fiat 500X, che riceverà un erede entro un paio d’anni, ci sarà dunque spazio per un altro veicolo a ruote alte. Leggermente più compatto, accessibile e pragmatico. Un’auto che potrebbe beneficiare del nuovo corso stilistico Fiat per la sua gamma razionale, un linguaggio di design inaugurato negli scorsi mesi dai modelli della controparte latino-americana del marchio. Quest’ultima, a differenza della divisione europea, non si è certo risparmiata nel lancio di nuovi modelli negli ultimi anni.

B-SUV FIAT: DESIGN “LATINO”

In questi giorni è stato svelato il nuovo Fiat Strada: è proprio dal “piccolo” pick-up destinato al Sud America che Fiat potrebbe trarre ispirazione per un crossover compatto, destinato anche al Vecchio Continente. I primi indizi di questo modello risalgono agli scorsi mesi, quando dal Centro Stile Latam (America Latina) di FCA fuoriuscirono le foto di alcuni mock-up (i modelli in scala realizzati per validare lo stile dei futuri veicoli) di un piccolo SUV dai tratti famigliari, chiaramente ispirato al design del pick-up medio Fiat Toro.

Per il momento, nulla di ufficiale è trapelato dagli uffici di Fiat, ma è certo che nel corso dei prossimi 2 anni non mancheranno diverse sorprese in una gamma che, finalmente, proporrà auto per soddisfare le esigenze della maggior parte degli automobilisti.