News

Ford: dal 4 maggio riparte la produzione di auto in Europa

Dopo FCA e Volkswagen, anche Ford ha annunciato una graduale ripresa delle attività produttive in Europa dopo lo stop di metà marzo dovuto alla diffusione del coronavirus. Nella maggior parte degli stabilimenti i cancelli riapriranno a partire dal prossimo 4 maggio. Nello specifico, la prossima settimana riprenderà gradualmente la produzione presso gli stabilimenti di Saarlouis e Colonia (Germania), Valencia (Spagna) e Craiova (Romania). Appuntamento invece al 18 maggio per la riapertura dell’impianto di Valencia che produce motori, mentre la data per i siti di motori nel Regno Unito (Dagenham e Bridgend) sarà confermata in un secondo momento.

Dapprima verranno evasi gli ordini dei veicoli già venduti, per poi riprendere gradualmente la produzione nei prossimi mesi prima di riprendere le attività al 100%. Non dipende tutto da Ford ma anche da fattori esterni, come la disponibilità dei fornitori, le restrizioni alla circolazione imposte dai Governi nazionali e la graduale riapertura dei concessionari (con conseguente domanda da parte dei clienti).

LE MISURE PER LA SALUTE DEI LAVORATORI

La priorità per Ford resta la salvaguardia dei dipendenti, per la quale la Casa dell’Ovale Blu ha adottato uno standard globale sul distanziamento sociale e sui protocolli di sicurezza. Nello specifico, sono previsti:

  • utilizzo della mascherina (fornita e prodotta da Ford) e schermo facciale nelle aree di produzione dove non è possibile garantire la distanza di sicurezza per tutti coloro che accedono agli impianti e agli uffici dell’Ovale Blu
  • controllo della temperatura corporea all’ingresso con thermoscanner
  • autocertificazione di valutazione del proprio stato di salute da parte del dipendente, prima di entrare al lavoro, per confermarne l’idoneità
  • riorganizzazione degli ambienti di lavoro per garantire che vengano mantenute le adeguate distanze di sicurezza e un ritorno graduale, per ridurre la concentrazione dei dipendenti all’interno degli edifici
  • un “care kit” personale a tutti i dipendenti al loro ritorno al lavoro: mascherine, termometro riutilizzabile e altri articoli per l’igiene.