Elettrico & Tech

Green Pea: nella Eataly dei prodotti sostenibili si vendono anche auto elettriche e a metano

Da un’idea di Oscar Farinetti, patron di Eataly, nasce Green Pea. Di cosa si tratta? Basta dare un’occhiata al verdissimo sito web per capire che il cuore del nuovo progetto è la sostenbilità, nella sua accezione più ampia. Descritto come “il primo Green Retail Park al mondo dedicato al tema del rispetto”, è in sostanza un grande magazzino dedicato a prodotti creati in armonia con gli elementi naturali e le persone. Sostenibili, dunque, ma anche etici. E rigorosamente Made in Italy, anche se non mancheranno prodotti di aziende straniere che dimostreranno di essere particolarmente virtuose in questo campo.

Green Pea è il primo Green Retail Park al mondo dedicato al tema del rispetto. Un grande luogo dove i prodotti, creati in armonia con la terra, l’aria, l’acqua e le persone, non sono un dovere ma diventano un piacere.

Riassumendo con un’espressione utilizzata anche da Fiat per descrivere la nuova 500 elettrica, “from duty to beauty”. La casa automobilistica italiana non è stata citata a caso. Primo perché Green Pea sorgerà a Torino, di fianco a Eataly al Lingotto, lo storico edificio nato come fabbrica e centro direzionale Fiat. Secondo perché da Green Pea verranno vendute anche macchine “a una, due, tre e quattro ruote”.

Saranno belle, sicure e piacevoli da utilizzare. Saranno italiane, ma soprattutto saranno equipaggiate da propulsori alimentati da fonti energetiche pulite, che non creino danni all’ambiente.

Presenti, dunque, tutte le future auto elettriche e ibride prodotte in Italia (dalla nuova Fiat 500e alle Jeep Renegade e Compass 4xe ibride plug-in), passando per quelle a metano (Fiat Panda e Lancia Ypsilon). L’appuntamento per l’apertura al pubblico di Green Pea è previsto per settembre 2020, “ma forse anche prima”.