Elettrico & Tech

Mahindra KUV100: ecco la versione elettrica | Autonomia e caratteristiche

Mahindra KUV100: la citycar indiana lanciata nel 2018 in Italia è stata svelata nell’inedita variante elettrica all’Auto Expo 2020 di New Delhi, in India. Mahindra gioca dunque in casa annunciando l’auto elettrica più economica nel mercato interno: il prezzo, infatti, si ferma ad un valore equivalente ai nostri 10.000 euro. Praticamente, meno di una KUV100 a benzina in Italia. E con specifiche interessanti, che non farebbero sfigurare la eKUV100 (questo il nome ufficiale) nemmeno nelle affollate città italiane.

Caratterizzato dall’originale design da piccolo crossover condiviso con la versione a benzina | Mahindra KUV100: la prova del microSUV simpatico e divertente | Mahindra eKUV100 si distingue per la calandra chiusa, in cui tuttavia rimane il disegno a sei listelli verticali, un punto cardine del family feeling Mahindra. Nuovi sono i cerchi in lega, caratterizzati da un disegno aerodinamico. Sotto al cofano anteriore trova posto un motore elettrico da 40 kW di potenza (54 CV) e 120 Nm di coppia massima, alimentato da un pacco batterie agli ioni di litio da 15,9 kWh. L’accumulatore si può ricaricare all’80% in 60 minuti e garantisce, una volta completata la ricarica, un’autonomia massima di 147 km.

A dispetto del prezzo contenuto, Mahindra eKUV100 non rinuncia alla connettività: grazie alla connessione dati integrata, infatti, è possibile gestire da remoto alcune funzioni della vettura, tra cui la localizzazione, il precondizionamento/riscaldamento dell’abitacolo, la visualizzazione del livello di carica e la diagnostica.

Per il momento non ci sono conferme ufficiali sull’arrivo di questa versione elettrica anche in Europa. Quello che è certo è invece che Mahindra porterà sul mercato europeo e italiano la variante elettrica di XUV300, il “gemello” di SsangYong Tivoli. Il debutto della versione a benzina è previsto per il 2020, mentre l’elettrica, accreditata di un’autonomia di circa 300 km con una ricarica, arriverà circa un anno più tardi.