Elettrico & Tech

Maserati Ghibli Hybrid: ibrido leggero e restyling per la prima elettrificata

La prima Maserati elettrificata della storia non è un’ibrida plug-in, come molti ipotizzavano, ma una più semplice mild hybrid a 48 V abbinata ad un propulsore 4 cilindri. In ogni caso, la nuova Maserati Ghibli Hybrid non è di certo un’auto da sottovalutare. Anche perché sotto il cofano della rinnovata berlina media del Tridente scalpitano gli stessi cavalli del modello precedente con motore V6.

MASERATI GHIBLI IBRIDA: MOTORE E PRESTAZIONI

Dopo 7 anni e oltre 100.000 unità dall’inizio della commercializzazione, la berlina di segmento E di Maserati si concede un secondo restyling che interviene in modo leggero sull’estetica, aggiorna il sistema di infotainment e, soprattutto, introduce un sistema elettrificato che porta il modello nella nuova Era del marchio (in attesa delle Maserati 100% elettriche, ovvero le nuove GranTurismo e GranCabrio previste per il 2021).

Il tutto senza snaturare la filosofia e i valori tipici del marchio: il risultato è un’auto potente, che mantiene un sound coinvolgente come si conviene ad una Maserati grazie a specifici risonatori collocati in prossimità dello scarico. Va sottolineato che questo motore va a sostituire la versione Diesel, rispetto alla quale la nuova Ghibli Hybrid pesa circa 80 kg in meno, per un totale di 1.878 kg. Migliore è anche la distribuzione dei pesi, grazie al fatto che il motore è anteriore e la batteria collocata nella zona posteriore.

Il sistema mild hybrid a 48 V è stato scelto per poter assicurare le stesse ottime prestazioni a fronte di consumi ed emissioni ridotte. Sviluppato dall’Innovation Lab di Modena, il nuovo ibrido made in Maserati combina un motore a benzina 2 litri 4 cilindri turbo con un alternatore a 48 V BSG (Belt Starter Generator) e un compressore elettrico aggiuntivo (e-Booster), alimentati da un pacco batterie agli ioni di litio. Il tutto è coadiuvato da un cambio ZF a 8 rapporti. Il funzionamento è lo stesso di altri mild hybrid: l’energia cinetica accumulata dal veicolo in marcia, in rilascio e frenata viene trasformata in energia elettrica, per supportare il motore termico nelle fasi di transitorio e ai bassi regimi. In più, su Ghibli l’eBooster permette di dare un extra boost anche quando il motore va a pieno regime in modalità sport.

La potenza complessiva di Maserati Ghibli Hybrid è di 330 CV, con una coppia massima di 450 Nm erogata già a partire da 1.500 giri/minuto: il risultato è un’accelerazione 0-100 km/h in 5,7 secondi e una velocità massima di 255 km/h, con consumi medi WLTP di 8,5 – 9,6 litri di benzina per 100 km ed emissioni di CO2 tra 192 e 216 g/km. In altre parole: con il mild hybrid abbinato ad un motore 2 litri si ottiene la stessa ripresa della versione diesel unita alla potenza e all’accelerazione del V6 benzina da 350 CV, il tutto con un notevole risparmio in termini di consumi ed emissioni, che si riducono di più del 25% rispetto al benzina, assestandosi sugli stessi valori del diesel nel ciclo WLTP.

MASERATI GHIBLI HYBRID: COSA CAMBIA

Il restyling 2021 di Maserati Ghibli introduce una nuova griglia anteriore, “dove le “stecche” sono state ridisegnate per rappresentare il diapason, lo strumento musicale che produce un suono puro e che ricorda anche il simbolo del Tridente”. Dietro, invece, debutta una nuova ottica interna per i fanali a LED, che riprendono quel disegno a “boomerang” già visto sulla concept Maserati Alfieri e, in passato, sulla Maserati 3.200 GT. Non manca una tinta carrozzeria specifica, il “grigio evoluzione” che rappresenta il colore di lancio di Ghibli Hybrid.

Su Ghibli Hybrid troviamo inoltre alcuni elementi stilistici che identificheranno tutte le future Maserati ibride: accenti blu anodizzato sono riservati alle tre iconiche prese d’aria laterali, alle pinze dei freni e alla saetta all’interno dell’ovale che racchiude il Tridente sul montante posteriore. Blu sono anche alcuni dettagli interni, come le cuciture dei sedili. Nella console centrale spiccano la leva del cambio (aggiornata di recente) e i pulsanti per le modalità di guida, oltre al nuovo pad per la ricarica wireless per gli smartphone compatibili. Ghibly Hybrid è disponibile negli allestimenti GranSport e GranLusso, con caratterizzazione rispettivamente più sportiva o elegante.

MASERATI GHIBLI HYBRID: NUOVO INFOTAINMENT

L’aggiornamento MY21 Ghibli ha portato con sé, infine, una ventata di aria fresca anche all’interno, dove troviamo un nuovo sistema di infotainment: si tratta del Maserati Intelligent Assistant, un sistema basato su Android Automotive con schermo touch HD da 10,1 pollici con rapporto 16:10 (in luogo degli 8,4 4:3 del modello precedente) e servizi connessi Maserati Connect, che includono l’aggiornamento software, il controllo remoto della vettura tramite app Maserati Connect per smartphone e smartwatch e i servizi di chiamata di emergenza. Presenti anche l’accesso agli assistenti virtuali Amazon Alexa e Google Assistant, nonché all’hotspot Wi-Fi. Tutto nuovo è anche il quadro strumenti digitale, di cui Maserati non ha al momento rilasciato altre informazioni.

MASERATI GHIBLI HYBRID 2021: ADAS

La dotazione di ADAS di Maserati Ghibli era già stata aggiornata con la guida autonoma di livello 2 con il MY18. Presenti Highway Assist, Active Blind Spot Assist, Lane Keeping Assist e Traffic Sign Recognition, a cui con il MY21 si aggiunge l’Active Driving Assist: un’evoluzione dell’Highway Assist che mantiene la vettura al centro della corsia con Adaptive Cruise Control attivato, a velocità fino a 145 km/h ma a patto che le condizioni della strada siano buone.

MASERATI GHIBLI HYBRID: DIMENSIONI E BAGAGLIAIO

La nuova Maserati Ghibli Hybrid non cambia nelle dimensioni – 4.971 mm di lunghezza x 1.945 mm di larghezza x 1.461 mm di altezza x 2.998 mm di passo – né nella capacità del bagagliaio, di 500 litri.