Test Drive

Mazda3 Skyactiv-X: prova e consumi reali del motore rivoluzionario (Video)

Mazda3 Skyactiv-X: su Showcar la prova in esclusiva del “motore a benzina che funziona come un diesel”. Siamo andati in Bulgaria per verificare su strada i consumi reali e le prestazioni di questo propulsore rivoluzionario. Ecco com’è andata. 

Coniugare i vantaggi dei motori diesel e quelli dei propulsori a benzina. Gli ingegneri delle Case automobilistiche di tutto il mondo avevano iniziato a pensare a come ridurre i consumi di carburante già dagli anni ’20 del ventesimo secolo.

La soluzione più semplice, all’epoca, era rappresentata dalla possibilità di far funzionare il motore a benzina come se fosse un diesel, abbinando cioè l’accensione tramite candela dei benzina con quella per compressione tipica dei motori a gasolio (più efficiente).

Sulla carta questa soluzione era vincente, ma nel corso delle varie sperimentazioni pratiche il funzionamento per compressione dei diesel – che per essere efficace deve essere attivo lungo il più ampio range di funzionamento possibile – avveniva solo in un range limitato, vanificando così il concept stesso di questa tecnologia, il cui sviluppo è proseguito in sordina ma non ha mai avuto un risvolto produttivo.

Oggi, anche a causa dell’avvento di limiti di emissioni e consumi
sempre più stringenti, la necessità di una evoluzione dei motori termici è diventata sempre più pressante e necessaria. Lo dice Mazda, che in quanto a innovazione motoristica può vantare un know-how non indifferente (il motore rotativo Wankel vi dice qualcosa?).

MAZDA SKYACTIV-X: COME FUNZIONA?

È dunque nata la tecnologia esclusiva SPCCI (Spark Plug Controlled Compression Ignition) di Skyactiv-X: il primo motore benzina prodotto in serie a combinare l’accensione per scintilla di un motore a benzina con l’accensione per compressione di un diesel.

Dapprima, nella fase d’aspirazione, nella camera di scoppio viene iniettata una miscela molto povera di benzina, quindi in fase di compressione viene effettuata una iniezione di carburante nebulizzato direttamente attorno alla candela di accensione.

La piccola iniezione di carburante nebulizzato direttamente attorno alla candela di accensione crea un nucleo più ricco. Quando la candela emette la scintilla, incendia questo nucleo di aria e benzina. Ciò aumenta la pressione nella camera di scoppio a un punto tale da incendiare rapidamente la miscela magra.

Dato che il motore funziona per gran parte del tempo in una modalità molto efficiente, il sistema SPCCI interviene praticamente a tutti i regimi del motore tranne che nell’avviamento a freddo, nelle fasi di riscaldamento iniziale e a carico molto elevato. In tali circostanze, il motore passa senza soluzione di continuità al funzionamento normale, innescando la combustione di una convenzionale miscela aria/benzina di 14,7:1.

SCHEDA TECNICA MAZDA3 SKYACTIV-X

MAZDA3 SKYACTIV-X: PROVA SU STRADA E CONSUMI REALI

Tutto questo si traduce, nella vita reale, nella promessa di un motore che funziona come un’aspirato benzina (dunque brillante agli alti regimi e regolare nell’erogazione), ma allo stesso tempo anche come un diesel (coppia ai bassi regimi e consumi ridotti). 

Mazda3 Skyactiv-X, con una cilindrata di 2 litri, sviluppa una potenza massima di 180 CV/132 kW a 6.000 giri/min e 224 Nm di coppia a 3.000 giri/min, promettendo consumi ed emissioni più bassi rispetto avalori addirittura migliori rispetto a quelli di Mazda3 dotata del propulsore benzina Skyactiv-G da 122 CV. 

Omologato Euro 6D, nel ciclo WLTP dichiara consumi nel ciclo combinato di 5,4/6,9 l/100 km ed emissioni di CO2 comprese tra 122 e 157 g/km (valori variabili in base alla presenza o meno del cambio automatico e della trazione integrale).

Consumi che siamo riusciti a confermare durante la nostra prova: in circa 200 km di percorso, misto tra città, montagna e autostrada, il computer di bordo ci segnalava un consumo medio di 5,7 l/100 km (versione manuale con trazione anteriore).

Alla guida, Mazda3 con Skyactiv-X è piacevole. Il funzionamento è quello di un motore aspirato, con quel gruzzolo di Nm di coppia in più che si fa apprezzare già a partire da 3.000 giri. Nessun calcio nella schiena (con 180 CV qualcuno potrebbe aspettarselo), piuttosto un’elasticità e una progressione nell’erogazione davvero esemplari. 

Il propulsore non è super reattivo, ma è pronto per farci uscire dalle curve e dalle rotonde senza costringerci a cambiare marcia (a proposito, il cambio manuale a 6 rapporti di Mazda resta uno dei più precisi e piacevoli da azionare).

Un piccolo aiuto lo offre il sistema mild hybrid a 24 V, che si serve di un piccolo starter/generatore azionato a cinghia per supportare il motore termico e ridurne i carichi in tutte quelle condizioni di guida che comporterebbero un particolare affaticamento del motore e un conseguente aumento dei consumi e dell’usura. In realtà, l’aiuto più interessante di questo sistema è il fatto che Mazda3 sia omologata come auto ibrida, con tutte le agevolazioni derivate da questo status. 

Le prestazioni di Mazda3 Skyactiv-X sono buone: l’accelerazione 0-100 km/h è coperta in 8,2 secondi, la velocità massima invece raggiunge i 216 km/h

A parità di allestimento, Mazda3 con motore Skyactiv-X costa 3.200 euro in più rispetto al motore Skyactiv-G da 122 CV. Le prime Mazda3 con Skyactiv-X sono arrivate in concessionaria a fine settembre, mentre per il crossover Mazda CX-30 bisognerà le prime consegne sono iniziate in questi giorni.

Che ne pensate di Skyactiv-X? Fatecelo sapere nei commenti! E non dimenticatevi di seguirci anche sui nostri canali social, su Facebook e Instagram, di scriverci via SMS o Whatsapp al numero 3515680441 per qualsiasi domanda e di non perdervi le puntate di ShowcarTV in tutta Italia.