Elettrico & Tech

Mazda MX-30: inizia la produzione della prima auto elettrica del marchio

Il 19 maggio 2020 entrerà nella storia di Mazda. La Casa automobilistica giapponese, infatti, ha dato il via alla produzione della sua prima auto elettrica, la nuova Mazda MX-30, presso lo stabilimento numero 1 di Ujina a Hiroshima, in Giappone. Un modello fondamentale perché da una parte contribuisce a ridurre le emissioni di CO2 medie del marchio in Europa (risparmiando a Mazda diversi milioni di euro di multe), dall’altra apre una nuova era per i veicoli elettrici.

Equipaggiata con la tecnologia di trazione elettrica Mazda e-Skyactiv, nuova Mazda MX-30 vuole combinare i benefici delle auto elettriche – zero emissioni e zero rumore – con il piacere di guida tipico delle vetture di Hiroshima. Lo fa con una potenza non esagerata (107 kW – 145 CV) e con un’erogazione tale da rievocare le stesse sensazioni che si trovano al volante di una Mazda con motori termici. Per esempio, il one-pedal feeling comune a molte auto elettriche sarà molto meno evidente, in quanto considerato dagli ingegneri Mazda “innaturale” a livello ergonomico. Il recupero dell’energia cinetica in frenata e rilascio, comunque, ci sarà e sarà settabile su tre diverse intensità, gestibili anche tramite il pedale del freno.

Il piacere di guida è dato anche dalla distribuzione dei pesi: la massa non è eccessiva (1.720 kg con il conducente), anche grazie all’adozione di un pacco batteria compatto, da 35,2 kWh di capacità, che garantisce al crossover elettrico un’autonomia WLTP nel ciclo misto di 200 km, che salgono a 262 km in città. La vettura è già ordinabile in Italia dallo scorso marzo con prezzi (esclusi incentivi statali e regionali) a partire da 34.900 euro. Le prime consegne in Italia avverranno a partire dall’autunno 2020.