News

Mazda2 2020: con il restyling diventa mild hybrid | Prezzo e scheda tecnica

A cinque anni dal debutto, Mazda2 si rinnova con il consueto restyling d metà carriera. Un aggiornamento che uniforma l’utilitaria giapponese ai grandi passi in avanti fatti con i modelli più recenti del marchio, come Mazda3 | Confronto Mazda3 vs Skoda Scala | e Mazda CX-30. Tanto a livello stilistico, quanto a livello tecnico e tecnologico.

DESIGN MAZDA2 2020: SEMPRE LEI, MA CON QUALCOSA IN… MENO

Basta guardarla nella vista di tre quarti posteriore per accorgersi che Mazda2 non è stata stravolta rispetto al pre-restyling, quanto piuttosto evoluta secondo i dettami del linguaggio Kodo – Soul of Motion, che su Mazda3 e CX-30 ha raggiunto la massima espressione del concetto di purezza stilistica.

mazda2 mazda 2 restyling mild hybrid 2020 prezzo dotazione uscita italia

Il nuovo paraurti viene semplificato nelle linee e riduce la dimensione delle prese d’aria: la calandra, invece, viene ingrandita e sviluppata in altezza e larghezza, offrendo una maggiore presenza su strada alla vettura anche grazie alla griglia a nido d’ape e alle nuove cromature che “abbracciano” i proiettori. Gruppi ottici che sono ora più sottili e appuntiti, e beneficiano della tecnologia a LED di serie su tutte le versioni (optional la tecnologia Matrix).

NUOVI SEDILI E MENO RUMORE

Novità estetiche di dettaglio per gli interni, che beneficiano di nuovi abbinamenti cromatici, variabili in base agli allestimenti: nero e marrone per la versione Evolve, nero/Blue Navy per la Exceed e pelle scura o chiara per il nuovo top di gamma Exclusive, che prevede inoltre finiture in tessuto scamosciato Granlux. I sedili sono stati resi più confortevoli, grazie ad un nuova conformazione e struttura, inoltre migliora l’insonorizzazione interna. Di serie l’infotainment Mazda Connect, con schermo da 7 pollici e compatibilità Apple CarPlay e Android Auto.

G-VECTORING E MILD HYBRID

Le novità più sostanziose di Mazda2 2020 riguardano, però, la tecnica: migliora l’assorbimento delle asperità grazie a sospensioni aggiornate, così come lo sterzo. E poi, complice l’introduzione della tecnologia G-Vectoring Control Plus, arriva un sistema di torque vectoring che riduce l’imbardata e migliora l’ingresso e l’uscita di curva.

Dulcis in fundo, Mazda2 2020 cambia tanto anche sotto al cofano: i nuovi propulsori 1.5 4 cilindri aspirati a benzina Skyactiv-G beneficiano ora della tecnologia Mazda M-Hybrid, un mild hybrid a 24 volt in cui un piccolo propulsore elettrico fornisce un supporto al motore termico nelle fasi più critiche, quelle che richiedono maggiori consumi di carburante.

Disponibile sulle versioni con cambio manuale a 6 rapporti negli step da 75 o 90 CV, questa tecnologia permette di ridurre i consumi e le emissioni di CO2 dell’utilitaria giapponese: nel ciclo misto WLTP, Mazda 2 dichiara consumi di 5,3 l/100 km ed emissioni di CO2 di 120 g/km. In più, essendo omologata come ibrida (con standard Euro 6D TEMP), la vettura può godere degli incentivi locali previsti per i veicoli di questo tipo. Il 1.5 migliora anche nella meccanica, con nuovi pistoni, un nuovo sistema di raffreddamento e nuovi iniettori.

MAZDA2 2020: PREZZI E DOTAZIONE

Mazda2 2020 è già ordinabile in Italia, con prezzi a partire da 17.800 euro. A questa cifra ci si porta a casa una versione Evolve 1.5 Skyactiv-G da 75 CV, mentre per il top di gamma Exclusive da 90 CV sono richiesti 22.550 euro. La dotazione di Mazda2 2020 è piuttosto completa già dall’allestimento base, con fari a LED, mild hybrid, frenata automatica di emergenza con rilevamento pedoni (anche di notte) e infotainment Mazda Connect.

Per i primi clienti che acquisteranno Mazda2 entro il 31 gennaio 2020, infine, è prevista l’iniziativa Hybrid Celebration, che include 2.300 euro di vantaggi.