Elettrico & Tech

Nissan Qashqai 2021 sarà mild hybrid o ibrida e-POWER: prime info ufficiali

Nissan Qashqai 2021 è in dirittura d’arrivo: la terza generazione del popolare C-SUV giapponese (venduto in 5 milioni di esemplari, di cui 3 in Europa) debutterà sul mercato nel 2021 ma già oggi il Costruttore ha ufficializzato diverse informazioni quali la piattaforma e le motorizzazioni elettrificate.

NISSAN QASHQAI 2021: DISEGNATO IN EUROPA PER L’EUROPA

Come i modelli che l’hanno preceduto, anche la terza edizione di Nissan Qashqai nasce da un progetto curato dal team di Nissan Design Europe (con sede a Londra), mentre l’ingegnerizzazione è stata opera del Nissan Technical Centre Europe di Cransfield, nel Regno Unito.

Anche la piattaforma ha geni europei: è infatti la stessa CMF-C di nuova generazione sviluppata dall’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi e che vedremo presto anche su alcuni modelli della Losanga. La struttura vanta una conformazione più omogenea (per resistere meglio agli urti), un peso inferiore di 60 kg e una rigidità superiore del 41% rispetto a quella del modello uscente.

La quota di acciaio ad altissima resistenza UHSS (Ultra High Strength Steel) è aumentata del 50% nella struttura del nuovo Qashqai, per offrire massima resistenza alla trazione, senza gravare sul peso. Gli acciai ad alta resistenza sono difficili da saldare e unire alle altre parti della struttura, per ovviare a ciò la scocca di Qashqai si avvale di un assemblaggio strutturale ultrarinforzato dove i montanti A, B e C s’innestano nel tetto e nel pianale.

L’alleggerimento complessivo arriva dalle nuove tecniche di stampaggio e saldatura, ma anche da soluzioni come il portellone posteriore in materiale composito (-2,6 kg) e all’utilizzo dell’alluminio per le portiere, i parafanghi anteriori e il cofano (-21 kg).

CMF-B porta in dote, inoltre, nuove sospensioni McPherson sia all’anteriore sia al posteriore, ad eccezione delle varianti equipaggiate con cerchi da 20 pollici e di tutte le versioni dotate di trazione integrale: in tal caso, lo schema posteriore è un più raffinato multi-link.

Decisivo per la qualità di marcia è stato il riallineamento verticale degli ammortizzatori, che consente ai componenti di operare a un’estensione di corsa ottimale, massimizzando l’efficacia in risposta alle asperità della strada e riducendo al minimo il ritorno spontaneo. Il risultato è una marcia equilibrata e composta, con eccellenti performance antirollio in curva. Il servosterzo è stato ulteriormente perfezionato e offre una migliore reattività, più sensibilità nell’intervallo di centratura e un minore attrito.

Nuovo Qashqai porterà al debutto i fari a LED intelligenti, una tecnologia che consiste in una matrice attiva con 12 elementi singoli che si attivano o disattivano per rendere più profondo e preciso il fascio di luce abbagliante, senza abbagliare i veicoli che precedono o che si incrociano.

NISSAN QASHQAI 2021: ARRIVA L’IBRIDO

Per la prima volta nella storia del modello, la gamma di Nissan Qashaqi accoglierà propulsori esclusivamente elettrificati. Due le opzioni: il mild hybrid e l’ibrido e-POWER, disponibile per la prima volta su una Nissan in Europa. La prima sarà una motorizzazione mild hybrid a 12 V, abbinata ad un motore benzina 1.3 turbo 4 cilindri (già visto su Renault Captur mild hybrid). Questo connubio estende le funzionalità del sistema Stop/Start e permette di recuperare l’energia in frenata e in rilascio, abbassando i consumi e le emissioni di CO2.

La motorizzazione più interessante è sicuramente la e-POWER. In sostanza, si tratta di una versione elettrica, in cui la trazione è affidata esclusivamente al motore a elettroni. Per alimentare questa unità, tuttavia, non è prevista una ricarica da fonti esterne: a questo scopo è deputato un piccolo motore a benzina, che grazie ad un generatore e a un inverter ricarica una batteria ad alta potenza che poi fornisce energia al motore di trazione.

l motore a benzina lavora sempre a un numero di giri ottimale per garantire massima efficienza e minimo rumore, ovvero bassi consumi e massimo comfort. Le dimensioni del motore elettrico sono quelle tipiche di un EV, capace di offrire accelerazione istantanea e brillante, ma a differenza di un EV puro riceve energia sia dalla batteria che dal generatore mosso dal motore termico. Inoltre, a differenza di un EV, l’e-POWER non ha bisogno di ricarica esterna in quanto il generatore è a bordo.

Maggiori dettagli sul sistema Nissan e-POWER verranno resi noti in prossimità del lancio.

NISSAN QASHQAI 2021: LA GUIDA SEMI AUTONOMA SI EVOLVE ANCORA

Il già sofisticato sistema di guida autonoma di livello 2 ProPILOT di Nissan Qashqai si evolverà ulteriormente con la terza generazione del modello: il “ProPILOT con Navi-Link” combina il cruise control adattivo (con mantenimento automatico della distanza dal veicolo che precede e funzione stop&go, ovvero la ripartenza automatica se l’arresto dura entro meno di 3 secondi) con il centramento di corsia. La novità sta nel fatto che il sistema dialoghi, oltre che con lo sterzo e la telecamera, anche con il lettore dei segnali stradali e le mappe del navigatore.

Ad esempio, quando si viaggia in tratti autostradali con limiti di velocità più bassi, il sistema è in grado di leggere i segnali stradali e tenendo conto della velocità impostata dal navigatore può rallentare la vettura per rispettare il limiti in quel tratto, tutto senza che il guidatore debba regolare manualmente le impostazioni del navigatore. Il sistema, inoltre, è in grado di regolare la velocità nelle curve o sulle rampe delle uscita autostradali.

In più, il sistema può anche comunicare con i sensori radar di Qashqai che controllano gli angoli ciechi e può intervenire sullo sterzo per aiutare a prevenire il cambio di corsia se è presente un altro veicolo nella zona di angolo cieco. Altri aggiornamenti comprendono il sistema di “protezione fiancate” che avvisa il guidatore in città se c’è il rischio di urtare i lati del veicolo, come può accadere durante manovre in spazi stretti. Può intervenire anche per evitare incidenti in retromarcia in uscita dai parcheggi, grazie al perfezionamento del sistema Moving Object Detection, che ora può azionare i freni se rileva un ostacolo in movimento nelle vicinanze. ProPILOT con Navi-link sarà disponibile a partire dall’allestimento N-Connecta, il più diffuso.