Test Drive

Nuova Hyundai Ioniq, conosciamo la versione ibrida plug-in

È già passato più di un anno da quando abbiamo provato Hyundai Ioniq, nella sua variante PHEV, in un test drive che ci ha portati dalla Franciacorta alla Toscana e viceversa. Oggi, nel 2019, ne conosciamo un restyling che ne apporta numerose migliorie sia in tema di look, che di meccaniche, ma, soprattutto, di tecnologia!

Fondamentale, parlando di Ioniq, è riconoscere che si tratta della prima auto al mondo capace di offrire ben tre differenti motorizzazioni green su un’unica carrozzeria: HEV (ibrida), PHEV (ibrida plug-in) ed EV (100% elettrica).

Vediamo cosa monta la nostra specifica versione PHEV in prova… Innanzitutto, per quanto riguarda la parte termica, sotto al cofano di Ioniq è presente un quattro cilindri Kappa 1.6 GDI a iniezione diretta che, abbinato ad un cambio automatico a doppia frizione a sei rapporti, è capace di erogare fino a 105 cv di potenza e 147 Nm di coppia. Il motore elettrico, invece, eroga 44,5 kW (pari a 60,5 cv) e 170 Nm, per un massimo, sommando i due motori, di 141 cv di potenza e 265 Nm di coppia.
Come nella scorsa versione plug-in, anche su nuova Ioniq vi è la possibilità di una guida 100% elettrica, grazie ad una batteria agli ioni polimeri di litio da 8,9 kWh che garantisce fino a 52 km di autonomia in ciclo WLTP. La funzione “Adjustable Regenerative Braking” presente sulle versioni ibride plug-in, inoltre, contribuisce alla ricarica delle batterie in frenata e consente al guidatore stesso di regolarne l’intensità grazie ai paddle posti dietro al volante durante la guida in modalità Eco, mentre in Sport le palette vengono utilizzate, come di tradizione, per cambiare marcia.

Non mancano i sistemi di assistenza alla guida Hyundai SmartSense, tra cui rilevamento di stanchezza del conducente, mantenimento attivo al centro della carreggiata, lettore dei limiti stradali, rilevatore dell’angolo cieco, abbaglianti automatici, Cruise Control adattivo con Stop & Go e frenata d’emergenza con riconoscimento di veicoli, pedoni e ciclisti.

Esternamente nuova Ioniq, come dicevamo, apporta migliorie rispetto alla versione precedente, con un frontale caratterizzato da un paraurti ridisegnato con inserti cromati ed una nuova griglia con motivo a maglia. Paraurti rinnovati anche nel posteriore con finiture in antracite.
Le luci diurne a Led, come anche gli inediti fanali anteriori e posteriori a Led, sono state ridisegnate per far risaltare Ioniq nella guida notturna, con benefici sia estetici che in termini di sicurezza.
Presenti anche nuovi cerchi in lega da 16’’ nella versione ibrida plug-in ed elettrica, mentre sulla Hybrid si potrà optare per quelli da 15 o 17″.

Gli interni, a loro volta, si presentano più moderni e tecnologici, con il sistema Audio Video Navigation che dispone del display centrale capacitivo da 10,25″, comandi touch per il climatizzatore, quadro strumenti HD da 7″ e sistemi di connettività Apple CarPlay, Android Auto e Hyundai Blue Link che consentono il controllo della vettura da remoto e la funzione Car Finder.

CONFIGURATORE HYUNDAI IONIQ HYBRID PLUG-IN

CONFIGURATORE HYUNDAI