Test Drive

Peugeot 508 Hybrid SW: recensione e prova su strada dell’ibrida plug-in (Video)

L’ibrido plug-in di Peugeot non è solo il SUV 3008 ma è anche berlina e station wagon, con la nuova Peugeot 508 HYbrid. Un’auto a trazione anteriore che nasce con il piacere di guida nel DNA, pur mantenendo bassi consumi ed emissioni. Ve la raccontiamo nella nostra recensione.

PEUGEOT 508 HYBRID: DESIGN

A livello di stile, le differenze tra la nostra 508 SW Hybrid e le varianti con motori solo benzina o diesel stanno nei dettagli: il primo il LED nell’area superiore del parabrezza, che quando si viaggia in modalità elettrica si illumina di blu per facilitare l’accesso alle zone a traffico limitato. Mentre il secondo riguarda i badge HYbrid presenti sulla fiancata. Per il resto è la solita 508 SW, una wagon che in realtà faremmo meglio a chiamare shooting brake: è infatti più bassa e filante delle concorrenti dirette e in più sfoggia dettagli da coupé come i finestrini senza cornice, anche quelli posteriori.

PEUGEOT 508 SW HYBRID: DIMENSIONI

Non cambiano le dimensioni di 508 SW HYbrid, sempre lunga 4.778 mm, alta 1.420 mm, larga 1.859 mm e con un passo di 2.793 mm. E non cambia nemmeno il bagagliaio rispetto alle versioni termiche, con una capacità di 530 litri che diventano 1.780 abbattendo gli schienali posteriori frazionati 60:40. Lo spazio per i passeggeri posteriori non manca, anche se siete alti 1,95 m come me, anche se il tetto piuttosto sfuggente va tenuto a mente quando si accede all’abitacolo.

PEUGEOT 508 HYBRID: IBRIDO COME SI DEVE

Come su DS 7 Crossback E-TENSE 4×4, il fatto che le batterie non rubino spazio all’abitacolo e al bagagliaio è già un indice piuttosto importante della validità di questo progetto: per non togliere alcun litro, infatti, sono stati modificati o riposizionati alcuni componenti, tra cui l’assale posteriore, il serbatoio della benzina, l’impianto di scarico e le guarnizioni posteriori.

PEUGEOT 508 HYBRID: INTERNI E INFOTAINMENT

La variante HYbrid mantiene l’affascinante abitacolo delle altre 508, con i materiali e gli accostamenti di alto livello, così come il comfort offerto dai sedili, dall’ottimo contenimento laterale senza essere per questo rigidi. A cambiare è invece l’interfaccia utente dell’i-Cockpit, specifica per le versioni ibride. La strumentazione digitale rialzata da 12,3 pollici ha una grafica dedicata e permette di visualizzare la modalità di guida scelta, l’autonomia elettrica, l’autonomia a benzina e l’indicatore della potenza, oltre ad avere una schermata personalizzabile anche con i flussi di energia.

I flussi li troviamo anche nel display touch centrale da 10 pollici nella nuova schermata dedicata all’ibrido. Qui troviamo anche le statistiche di consumo, sia a benzina sia in elettrico, la programmazione della ricarica della batteria e la funzione e-Save, che permette di mantenere carica la batteria (tutta o in parte) in vista di un percorso da effettuare a zero emissioni. Nel navigatore è poi integrata una funzione dedicata alla ricerca dei punti di ricarica. Grazie alla connessione a internet, Peugeot 508 HYbrid può essere gestita da remoto tramite l’app MyPeugeot: da qui, inoltre, è possibile controllare la pre-climatizzazione dell’abitacolo e la ricarica.

PEUGEOT 508 SW: COME VA SU STRADA

Guidare una station wagon bassa e ben piantata a terra è sempre un piacere. Questo significa avere innanzitutto un comportamento in curva molto prevedibile, con un rollio molto ridotto nonostante il buon comfort di marcia e uno sterzo diretto, piacevole poi da gestire grazie alla ridotta corona del volante. Abbiamo poi un altro beneficio: la ridotta sezione frontale e le linee aerodinamiche riducono sensibilmente i consumi di carburante: a batterie scariche, infatti, il nostro computer di bordo ha segnato una media di 6,1 litri per 100 km, pari a 16,6 km/l.

Il merito va anche all’ottima efficienza del sistema ibrido di PSA, che recupera energia in frenata e rilascio. Ovviamente, trattandosi di un’auto ibrida plug-in, è sempre bene ricaricare il più possibile la batteria da 11,8 kWh tramite presa di ricarica esterna: si può fare da casa in 7 ore tramite presa a 1,8 kW oppure in 1 ora e 45 optando per una colonnina di ricarica a 7,4 kW.

Il motore è il 1.6 PureTech turbo benzina da 180 CV, abbinato ad un motore elettrico da 80 kW / 110 CV capace di offrire da solo una coppia istantanea di 337 Nm. In totale, i due motori messi insieme sviluppano una potenza di 225 CV e una coppia di circa 400 Nm, sufficienti per proiettare la SW ibrida francese a 100 all’ora in 8,3 secondi, con una velocità massima di 230 km/h.

Il motore elettrico è integrato nella scatola del cambio automatico e-EAT8 a 8 marce e fornisce trazione all’asse anteriore, insieme al termico. Sfruttando il selettore delle modalità di guida presente nel tunnel centrale è possibile scegliere se viaggiare in modalità 100% elettrica, quando la batteria lo consente e fino a 135 km/h di velocità massima, in modalità ibrida (ovvero con la selezione automatica del motore elettrico, termico oppure entrambi) oppure in modalità Sport, con i due motori che uniscono le forze per offrire le massime prestazioni.

C’è poi una quarta modalità, la Comfort, che in abbinamento all’optional delle sospensioni ad ammortizzazione variabile pilotata permette di rendere ancora più fluida l’erogazione e morbida la risposta dell’assale posteriore.

Come anticipato, da guidare 508 SW Hybrid è un piacere: prima per la coppia istantanea dell’elettrico, che spinge bene e garantisce l’avviamento dell’auto anche a batterie scariche. E poi il bilanciamento delle masse è molto buono, grazie alla presenza del pacco batterie sotto i sedili posteriori. Lo sterzo è leggerissimo nelle manovre e invece molto più consistente nella guida. Se poi siete già abituati a guidare auto elettriche, allora diventa indispensabile la modalità di guida B, azionabile tirando verso di sé il joystick del cambio: in questo modo aumenta la rigenerazione dell’energia tramite il motore elettrico ogni volta che si rilascia l’acceleratore. Questo permette di aumentare l’autonomia elettrica, che nella vita reale ammonta a circa 45 km ma può arrivare a oltre 55 nella guida urbana.

Il cambio elettrificato è molto veloce e reattivo nelle cambiate, anche quando si utilizzano i paddle al volante. Infine, la massa di quasi 1.800 kg di peso si avverte solamente nelle frenate più decise.

PEUGEOT 508 SW HYBRID: ADAS

Tra gli ADAS di 508 SW HYbrid spicca la guida autonoma di livello due, nata dalla combinazione del cruise control adattivo e del centramento di corsia, entrambi molto ben tarati. Presente anche il controllo attivo dell’angolo cieco e il Night Vision con telecamera a infrarossi, non presente sul nostro esemplare.

PEUGEOT 508 HYBRID: PREZZO

Il prezzo di Peugeot 508 SW Hybrid parte da 48.080 euro nella già ricca versione Allure. Il nostro esemplare, in allestimento GT Line, parte da 50.080 euro, mentre il top di gamma GT arriva a 54.080 euro, cifra a cui occorre aggiungere 300 euro per il caricatore interno più potente, quello da 7,4 kW (di serie c’è quello da 3,7).

PEUGEOT 508 IBRIDA: CONFIGURATORE

PEUGEOT 508 SW HYBRID: VIDEO PROVA SU STRADA