News

Piaggio: dopo la Vespa, anche l’Ape diventa elettrica

Svelata a New Delhi la versione elettrica di Ape Piaggio: dopo la Vespa elettrica, anche la mitica tre ruote del marchio italiano diventa a zero emissioni. Lo fa con una tecnologia apparentemente semplice, ma che diversi costruttori – Tesla in primis – hanno abbandonato sul nascere: il “battery swap”.

In sostanza, quando la batteria si scarica, al cliente si prospettano due opzioni:

  • metodo tradizionale > ricaricare la batteria sfruttando la presa di corrente di casa o una colonnina pubblica;
  • battery swap > rimuovere la batteria e sostituirla con un’altra carica.

Nel caso della batteria di Ape E-City – questo il nome ufficiale – la sostituzione della batteria con una carica avviene presso stazioni di servizio automatizzate. Ape elettrica nasce in risposta alla crescente domanda di soluzioni innovative e sostenibili per il trasporto dell’ultimo miglio in India, Paese che sta affrontando il problema dell’inquinamento urbano incentivando soluzioni di trasporto alternativo.

ape e-city piaggio ape elettrica foto uscita italia (1)

Da diversi mesi, infatti, il Governo indiano ha adottato una politica di sostegno alla mobilità elettrica, in particolare per i veicoli a 2 e 3 ruote, con l’avvio di FAME (Faster Adoption and Manufacturing of Hybrid and Electric Vehicles). Si tratta di un programma per incentivare l’acquisto di veicoli elettrici o ibridi, attraverso diverse agevolazioni tra cui il taglio della GTS (Goods and Services Tax, il corrispettivo dell’IVA italiana) applicata a tali veicoli, passata dal 12% al 5%.

Prodotta nello stabilimento del Gruppo Piaggio di Baramati, nello stato del Maharashtra, Ape E-City è disponibile sul mercato indiano ad un prezzo in linea con quello della versione a gas naturale. Non è invece ancora stato ufficializzato l’eventuale uscita di Ape Elettrica in Italia.