Test Drive

Porsche Cayenne S Coupé: la prova del SUV sportivo da 440 CV (Video)

Porsche Cayenne non ha bisogno di presentazioni: chi vuole un SUV di lusso ad alte prestazioni, difficilmente andrà altrove. Ma la concorrenza, come ad esempio quella di Maserati Levante Trofeo, di cui trovate la prova completa su Showcar, è più agguerrita che mai. In Porsche di certo non dormono sugli allori: così, da qualche mese, la gamma del SUV tedesco si è ampliata con una nuova variante carrozzeria: quattro o cinque posti, tetto spiovente in vetro o carbonio, design inconfondibile e i soliti motori ad alta potenza: ecco, in sintesi, il nuovo Porsche Cayenne Coupé. Scopritelo con noi in questa nostra recensione.

DESIGN: TRA PANAMERA E CAYENNE

Le proporzioni e il tetto rendono il nuovo Porsche Cayenne Coupé un SUV dal carattere completamente diverso rispetto alla variante di derivazione. Più vicino ad una Panamera berlina che non ad una Sport Turismo, grazie alla presenza di un lieve accenno di coda, questo Coupé a ruote alte promette anche una migliore dinamica di guida rispetto alla sorella…liscia.

Inedito è anche il sistema di aerodinamica attiva, ereditato in parte da Panamera: lo spoiler sul tetto “dialoga” con un ulteriore spoiler all’estremità della coda. Quest’ultimo si solleva di 135 mm a velocità superiori a 90 km/h, aumentando la deportanza.

PORSCHE CAYENNE COUPÉ: DIMENSIONI E ABITABILITÀ

Cayenne Coupé è lunga 4.931 mm, larga 1.983 mm, alta 1.676 mm e con un passo di 2.895 mm. La lunghezza aumenta di 2 mm e l’altezza si riduce di 2 cm, mentre le fiancate risultano più larghe e muscolose, grazie anche alle portiere posteriori ridisegnate. E poi c’è la targa, spostata nel paraurti per rendere la vettura ancora più schiacciata a terra. Il risultato? L’auto sembra un modello a sé.

Tutta nuova è la sezione posteriore, dove si può optare per due poltrone singole oppure il classico divanetto, senza sovrapprezzo. I passeggeri posteriori siedono 30 mm più in basso rispetto a Cayenne, mentre la capacità del bagagliaio rimane elevata, anche se si perdono circa 145 litri rispetto alla versione tradizionale: 625 litri contro 770 con tutti i sedili in uso e 1.540 litri contro 1.710 abbattendo quelli posteriori). Valori leggermente inferiori (600/1.510 litri) per la versione Turbo.

Peculiare della versione Coupé di Porsche Cayenne è anche il tetto panoramico in vetro con superficie totale di 2,16 metri quadrati, di serie su questa nuova variante di carrozzeria. In alternativa, i clienti più esigenti potranno optare per il tetto in fibra di carbonio, dotato della classica nervatura centrale tipica di vetture di razza come la Porsche 911 GT3 RS. Basta scegliere uno dei tre pacchetti sportivi, che includono (tra le altre cose) anche alcune caratteristiche “Sport Design”, come i rivestimenti centrali dei sedili con tessuto a scacchi e i cerchi da 22 pollici GT Design alleggeriti. A proposito di cerchi, sono ciclopici anche i dischi freno autoventilanti 390 mm davanti, con pinze fisse a 6 pistoncini, e 330 mm dietro, con pinze a 4 pistoncini.

INTERNI DA BUSINESS CLASS

La parte anteriore dell’abitacolo non cambia: la plancia è rigorosa, rivestita integralmente in pelle e caratterizzata da linee orizzontali. Tipici del DNA Porsche sono il pulsante di avviamento alla sinistra del volante, la strumentazione con contagiri al centro (ai lati invece troviamo due schermi full HD configurabili), oltre ad un volante multifunzione sportivo. Scenografico il display touch da 12,3 pollici con risoluzione full HD del Porsche Communication Management, il sistema di infotainment connesso a internet e ricco di funzioni.

PORSCHE CAYENNE S COUPÉ: PROVA SU STRADA

Alla guida, Porsche Cayenne Coupé non fa sentire le oltre 2 tonnellate di peso a vuoto. Il merito va al motore: nel nostro caso siamo al volante della versione S, spinta dal 2,9 V6 biturbo da 440 CV e 550 Nm di coppia. Una coppia che sembra quasi quella di un diesel per via dell’erogazione impressionante in basso (infatti il valore massimo si ha già a partire da 1.800 giri) ma che continua a darci il calcio nella schiena fino a 5.500 giri, quando questo V6 ha ancora tanto da dire. Se equipaggiata con il pacchetto Sport Chrono, Cayenne S Coupé accelera da 0 a 100 km/h in 5 secondi, raggiungendo una velocità massima di 263 km/h.

La trasmissione Tiptronic S a otto rapporti, con tempi di innesto più brevi e rapporti più sportivi delle marce inferiori favoriscono la performance su strada ma anche le caratteristiche offroad, grazie a ben quattro modalità di guida specifiche. Le sospensioni, all’anteriore con bracci indipendenti e al posteriore con bracci multipli, si abbinano ad ammortizzatori a controllo elettronico e all’asse posteriore sterzante, già visto su Panamera e 911. Il tutto è gestito dal Porsche Dynamic Chassis Control, il telaio adattivo che può rendere la vettura più affilata o più confortevole a seconda delle richieste del conducente. I consumi? La casa dichiara una media compresa tra gli 11,9 e i 12,9 litri di benzina per 100 km nel ciclo WLTP, facilmente replicabili ma solo se si adotta una guida fluida.

ADAS: GUIDA AUTONOMA DI LIVELLO 2

Al top anche i dispositivi di sicurezza di Cayenne Coupé: dai fari anteriori a matrice di LED con 84 diodi per la gestione degli abbaglianti, al sistema di visione notturna con telecamera a infrarossi, passando per l’assistente per i cambi di corsia, il centramento di corsia, il lettore dei segnali stradali, il cruise control adattivo con la guida semiautonoma nel traffico e l’assistente al parcheggio con telecamera Surround View.

PORSCHE CAYENNE S COUPÉ: PREZZO E CONFIGURATORE

Il prezzo di Porsche Cayenne Coupé con il motore 3.0 turbo da 340 CV parte da circa 86.000 euro. L’esemplare in prova, in versione S da 440 CV, parte da 103.040 euro ma come sempre, facendosi ingolosire dalla sterminata lista di optional, non è difficile arrivare quasi a raddoppiare la cifra di partenza.

CONFIGURATORE PORSCHE CAYENNE COUPÉ

PORSCHE CAYENNE S COUPÉ: VIDEO E FOCUS SUL DESIGN