News

Gli interni di Porsche Taycan: digitali ed ecologici

Il prossimo 4 settembre verrà svelata Porsche Taycan, la prima auto 100% elettrica del marchio tedesco di auto sportive. Una vettura che stiamo scoprendo pian piano grazie alle informazioni rilasciate da Porsche stessa, in attesa di poterla vedere dal vivo al Salone di Francoforte. La notizia di oggi riguarda gli interni di Porsche Taycan: saranno all’altezza delle aspettative degli automobilisti elettrici? Secondo noi sì…ecco perché.Partiamo dallo stile generale: il principale obiettivo dei progettisti Porsche è stato quello di reinterpretare la classicità degli interni del marchio nell’era digitale, con una nuova esperienza di utilizzo. La musa ispiratrice è la Porsche 911 del 1963, da cui viene ripresa l’impostazione della plancia e il minimalismo dei dettagli. 

I tasti fisici sono quasi del tutto assenti (ad eccezione dell’hazard e del tasto di accensione del motore elettrico, che in puro stile Porsche rimane alla sinistra del volante), sostituiti da un vero esercito di schermi. Partendo da sinistra a destra, troviamo i seguenti display.

 

  • Strumentazione digitale con pannello curvo da 16,8 pollici (con quattro grafiche personalizzabili nei contenuti: è dotato di una particolare finitura polarizzata che impedisce ai riflessi di disturbare la lettura delle informazioni
  • Schermo touch da 10,9 pollici per l’infotainment (con Apple Music integrato nativamente grazie ad una collaborazione ufficiale con Apple): oltre al touch, l’interazione di bordo avviene anche attraverso i comandi vocali evoluti, attivabili pronunciando la formula “Hey Porsche”
  • Secondo schermo touch da 10,9 pollici (optional) riservato al passeggero anteriore (riproduce le informazioni principali dell’infotainment centrale) 
  • Terzo display da 8,4 pollici touch con feedback aptico per la gestione della climatizzazione, delle funzioni secondarie del veicolo e l’immissione degli indirizzi con scrittura a mano libera
  • Quarto display da 5,9 pollici touch nella console centrale posteriore (di serie con l’optional del climatizzatore quadrizona).

Presente il volante sportivo GT (optional), lo stesso che abbiamo apprezzato nella nostra recensione di Porsche Macan S 2019. Infine, trattandosi di un’auto elettrica è stato riservato ampio spazio alla sostenibilità: a scelta del cliente è possibile optare per la pelle certificata Club Leather OLEA (per la conciatura vengono utilizzate foglie di ulivo), nonché un tessuto sintetico, che rende Porsche Taycan un’auto “leather free”. Parliamo del Race-Tex, una microfibra realizzata in parte con fibre di poliestere riciclato (la sua produzione consente di ridurre le emissioni di CO2 dell’80% rispetto ai tessuti tradizionali). All’insegna della sostenibilità ambientale anche il rivestimento del pavimento, realizzato con fibra Econyl (realizzata, tra le altre cose, con reti da pesca riciclate).