Elettrico & Tech

PSA annuncia eVMP, la piattaforma modulare per le future elettriche di Stellantis

Groupe PSA: in arrivo una nuova piattaforma modulare pensata specificamente per i veicoli elettrici. Ad annunciarlo è lo stesso gruppo francese con un comunicato che anticipa alcune delle caratteristiche salienti della nuova architettura, destinata a combattere ad armi pari con la MEB del Gruppo Volkswagen (sulla quale è già nata Volkswagen ID.3) e la E-GMP del gruppo Hyundai-Kia (sulla quale nasceranno modelli come Hyundai 45, Hyundai Prophecy e un inedito crossover Kia).

eVMP: LA PIATTAFORMA NATA ELETTRICA

Dopo aver lanciato, tra il 2019 e il 2020, diversi modelli elettrici basati sulle piattaforme multi-energia CMP e EMP2 (una scelta che premia la flessibilità produttiva in un periodo di transizione tra mobilità termica ed elettrica), tra il 2020 e il 2025 il colosso francese passerà gradualmente a due piattaforme progettate specificamente per accogliere powertrain elettrici. Una di queste si chiama eVMP ed è pensata per un’ampia gamma di veicoli elettrici nei segmenti C e D.

La “Electric Vehicle Modular Platform”, che verrà lanciata sul mercato a partire dal 2023, prevede un’architettura ottimizzata che si serve dell’intero pianale per alloggiare la batteria, che potrà avere capacità comprese tra 60 e 100 kWh con 50 kW.h al metro disponibile tra le ruote. Valori di riferimento nel mercato dei veicoli elettrici, specie se consideriamo l’autonomia promessa da PSA per le vetture 100% elettriche che nasceranno su questa piattaforma: da 400 a 650 km nel ciclo WLTP (più di quanto promesso da Volkswagen, che al momento si ferma a 590 km).

Una piattaforma dedicata ai veicoli elettrici ha vantaggi notevoli, tra cui una migliore distribuzione delle masse e un maggior sfruttamento dei volumi interni in rapporto agli ingombri esterni. A questo si aggiunge la riduzione dei costi di ricerca e sviluppo e industrializzazione raggiunta da PSA in anni di sinergie e ottimizzazione:

Ciò si è ottenuto attraverso l’utilizzo di alcuni sottogruppi di elementi assemblati già esistenti e moduli di batteria ad alte prestazioni. Inoltre, il processo industriale è stato studiato per ottenere le massime sinergie con i mezzi esistenti nelle nostre fabbriche, consentendo di limitare gli investimenti. In una logica di verticalizzazione dei componenti elettrici, questa piattaforma integra i componenti sviluppati e prodotti all’interno del Gruppo PSA o con le sue joint ventures sui motori elettrici e ACC.

VOLENDO ANCHE IBRIDA

Rispetto alle attuali CMP e EMP2 non si perderà in flessibilità: la eVMP è infatti predisposta per offrire, in alcuni mercati a seconda delle esigenze di mobilità, anche dei derivati ibridi.

IL FUTURO ELETTRICO DI STELLANTIS

Come sappiamo, entro il primo trimestre del 2021 Groupe PSA si fonderà con il Gruppo FCA dando vita a STELLANTIS. È quasi scontato, dunque, che la nuova piattaforma eVMP venga utilizzata non solo dai marchi Citroen, DS e Opel ma anche da Alfa Romeo, Fiat, Lancia e Jeep.