Anteprime

Renault Morphoz, il primo crossover modulare della storia (Video)

Sognate un’auto che vi riconosca e vi accolga, che vari le sue dimensioni e lo spazio interno a seconda dei vostri viaggi e che sia totalmente elettrica… Ecco, ora aprite gli occhi, perché tutto questo lo potrete trovare su Renault Morphoz, la nuova concept car futuristica sviluppata sulla piattaforma CMF-EV che il brand francese avrebbe dovuto presentare all’edizione 2020 del Salone di Ginevra.

Come fa l’auto a riconoscermi? Mediante una serie di sensori, l’auto sarà in grado di identificare in autonomia il suo proprietario qualora questo si avvicini e aprirà le sue porte tramite comandi gestuali da parte di esso: basterà semplicemente salutarla!

E in che senso varia  le sue dimensioni a seconda del viaggio? Ebbene, Morphoz è la prima crossover modulare, configurabile in ben due strutture a seconda dell’utilizzo: la più piccola “City mode”, lunga 440 cm, con un passo di 273, e la più grande e confortevole “Travel mode”, che cresce di 40 cm in lunghezza, e di 20 nel passo, per un totale di 480 e 293 cm. In questa modalità è garantito, innanzitutto, un maggiore spazio per gli occupanti, oltre alla possibilità di tragitti più lunghi, grazie al trasporto di una batteria addizionale da 50 kWh, che, sommata alla già esistente da 40, consente una capacità totale di 90 kWh. L’autonomia, di conseguenza, dai 400 km della “City mode”, aumenterebbe fino a ben 700 km.

Curiosi anche gli interni, con una plancia dominata da un volante futuristico con, al suo interno, un display da 10,2″ ricco di informazioni inerenti alla guida e alla sicurezza. Dietro al volante, fa capolino un ampio pannello digitale che integra quadro strumenti e infotainment… La peculiarità è che è pieghevole e retrattile, quindi potrà esserci o non esserci a discrezione del guidatore. Tutti i controlli, inoltre, possono essere sia gestuali che vocali.

Altro dettaglio interessante all’interno di Morphoz, è la possibilità di far traslare il sedile del passeggero anteriore, affinché sia rivolto verso gli occupanti posteriori, a mo’ di salotto.

Morphoz fa una salto in avanti anche per quanto riguarda la sicurezza, con un livello 3 di guida autonoma. Si chiama “Eyes off – Hands off” e consente al conducente di lasciare che l’auto si guidi in autonomia su strade autorizzate o in condizioni di traffico in colonna, mantenendo la distanza di sicurezza dal veicolo che precede, rimanendo in carreggiata anche in curva e cambiando autonomamente corsia. Attenzione, però, perché il guidatore dovrà essere pronto ad intervenire all’evenienza.