Elettrico & Tech

Rivian R1T: slitta al 2021 il pick-up elettrico rivale di Tesla Cybertruck

Rivian R1T, il pick-up elettrico made in USA rivale diretto dei futuri Tesla Cybertruck e Ford F-150 Electric, arriverà sul mercato nel corso del 2021 e non entro il 2020, come annunciato a fine 2018 in occasione della presentazione. Dopotutto, da quel momento le condizioni economiche sono peggiorate notevolmente, a causa della crisi sanitaria causata dalla diffusione a livello globale del coronavirus.

Quello che è certo è che il COVID-19 non fermerà gli ambiziosi progetti della startup nordamericana Rivian, anche alla luce delle importanti iniezioni di liquidità ricevute nel 2019 da Amazon (divenuto socio di maggioranza con 700 milioni di dollari) e Ford (500 milioni di euro). Gli obiettivi restano quelli di commercializzare il prima possibile (come riporta InsideEVs, le tempistiche slitteranno al 2021) una gamma composta da due modelli a zero emissioni, il già citato pick-up e il SUV Rivian R1S.

UN PROGETTO PROMETTENTE

Entrambi verranno costruiti su una piattaforma “a skateboard”, ovvero progettata per accogliere motori, batterie, freni, sospensioni e sistema di raffreddamento al di sotto dell’altezza delle ruote, ottimizzando lo spazio a bordo e rendendo il veicolo più stabile e piacevole alla guida a causa del baricentro ribassato.

Le prestazioni saranno il denominatore comune, con fino a 750 CV di potenza, uno 0-100 km/h coperto in 3 secondi, una velocità massima di 200 km/h e una capacità di traino pari a 5.000 kg. A seconda del modello, il powertrain sarà composto da un massimo di 4 motori elettrici, per un’autonomia massima superiore ai 640 km grazie ai pacchi batterie da 105 kWh, 135 kWh o 180 kWh, ricaricabili a 160 kW.

Grande attenzione, infine, alla connettività di bordo (con due grandi display per strumentazione e infotainment) alla sicurezza (con predisposizione per la guida autonoma di livello 3).