Elettrico & Tech

Suzuki Swift Sport Hybrid: ora con mild hybrid a 48 V | Prezzi

La tecnologia Suzuki Hybrid, al debutto in questi giorni su Suzuki Vitara e Suzuki S-Cross Hybrid, arriva per la prima volta anche su Suzuki Swift Sport. La piccola sportiva della Casa giapponese introduce l’ibrido “leggero” di Suzuki, un sistema a 48 V che promette una riduzione dei consumi e delle emissioni, oltre ad un’erogazione più corposa ai bassi regimi.

SUZUKI SWIFT SPORT HYBRID: COME FUNZIONA L’IBRIDO LEGGERO

Suzuki Swift Sport Hybrid viene definita come “la prima hot hatch ibrida della sua storia”, grazie alla presenza di un piccolo motore elettrico ISG (Integrated Starter Generator) da 10 kW (13,6 CV) che arriva in aiuto al motore turbobenzina 1.4 BoosterJet da 129 CV. Rispetto al modello precedente, spinto solamente dal 1.4 benzina da 140 CV, Suzuki Swift Sport Hybrid guadagna 5 Nm di coppia (235 Nm disponibile tra 2.000 e 3.000 giri/minuto), che si traduce in un’erogazione pronta sin dai bassi regimi. Il piccolo ISG viene alimentato da una batteria agli ioni di litio che accumula l’energia recuperata nelle fasi di frenata e rilascio, per una riduzione del 16% del consumo e del 15% delle emissioni nel ciclo misto NEDC nel confronto rispetto al precedente motore 1.4 BoosterJet.

Rispetto al precedente modello, il sistema mild hybrid aggiunge solo 45 kg alla massa a vuoto, per un totale di 1.020 kg. Pressoché invariata, dunque, la manovrabilità di questa hot-hatch che avevamo apprezzato proprio per la sua leggerezza. L’elettrico fornisce poi un aiuto al motore termico, offrendo una risposta tempestiva ad ogni intervento sul pedale dell’acceleratore ed eliminando pertanto i naturali ritardi di risposta di un normale motore termico. Presente, inoltre, la funzione di boost di coppia, che incrementa la spinta nelle zone “vuote” del contagiri, tipicamente in basso.

SUZUKI SWIFT SPORT HYBRID: DOTAZIONE E PREZZO

Ricca, come di consueto, la dotazione di serie di Suzuki Swift Sport, che nell’allestimento Hybrid conferma la formula “full optional”. Presenti tutti gli ADAS per la guida autonoma di livello 2, con le seguenti novità dell’edizione 2020: “guardaspalle”, per il monitoraggio degli angoli ciechi, “vaipure”, che avvisa dell’eventuale sopraggiungere di altri mezzi mentre si manovra in retromarcia, e “occhioallimite”, che riconosce i cartelli stradali e li replica nella strumentazione. A questi si aggiungono i sistemi già esistenti: “attentofrena”, “guidadritto”, “restasveglio” e cruise control adattativo.

  • suzuki swift sport hybrid 2020 motore interni prezzo uscita configuratore (17)

Di serie anche i nuovi sensori di parcheggio posteriori, i sedili sportivi con poggiatesta integrato e riscaldabili, la retrocamera, i fari full LED con sensore crepuscolare e commutazione automatica degli abbaglianti, l’accesso e accensione keyless, il sensore pioggia, il climatizzatore automatico, il sistema infotainment (schermo touch da 7”, navigatore con mappe 3D, radio DAB+, Bluetooth e connettività MirrorLink, Apple CarPlay e Android Auto), i retrovistori ripiegabili elettricamente e la pedaliera sportiva.

Suzuki Swift Sport Hybrid è già ordinabile in Italia con consegne previste nel mese di marzo. Il prezzo parte da 23.850 euro (esclusa solo la vernice metallizzata, a scelta tra un totale di 13 tinte, anche BiColor), ma fino al 30 giugno 2020 è prevista la promo di lancio che abbassa il prezzo a 20.850 euro.

CONFIGURATORE SUZUKI SWIFT SPORT HYBRID