Elettrico & Tech

Suzuki Vitara e S-Cross Hybrid: prezzi e caratteristiche dei SUV ibridi

Suzuki crede nell’elettrificazione “leggera” come soluzione pratica ed economica per abbassare consumi ed emissioni e rendere la vita più facile agli automobilisti. Così, dopo le versioni mild hybrid di Suzuki Ignis, Swift e Baleno, la tecnologia Hybrid debutta anche sui SUV Suzuki Vitara e Suzuki S-Cross. Un’offensiva di modelli elettrificati che condividono l’inedito abbinamento tra il motore 1.4 BOOSTERJET e il sistema mild hybrid a 48 V Suzuki Hybrid.

COME FUNZIONA L’IBRIDO DI SUZUKI VITARA E S-CROSS

Grazie alla tensione operativa a 48 V, il sistema Suzuki Hybrid permette di supportare il motore termico nelle fasi di accelerazione e ripresa, oltre a rigenerare l’energia cinetica in fase di rallentamento immagazzinandola in una piccola batteria agli ioni di litio. Il risultato è una riduzione media del 20% dei consumi e delle emissioni sul ciclo combinato e del 25% sul ciclo urbano (valori NEDC correlato, basati su prove WLTP) rispetto al precedente motore 1.4 BOOSTERJET.

Grazie ad un generatore/starter azionato a cinghia (BISG), il sistema è in grado di gestire automaticamente le fasi di veleggio (motore al minimo) e start&stop (motore spento), offrendo uno spunto aggiuntivo di 10 kW (13,6 CV) e 50 Nm quando il motore termico ne ha più bisogno. In totale, il powertrain composto dal sistema BISG e dal 1.4 turbo benzina 4 cilindri BOOSTERJET eroga una potenza massima di 129 CV (a 5.500 g/min) e una coppia massima di 235 Nm (da 2.000 a 3.000 g/min), ovvero 15 Nm più di prima.

Suzuki Hybrid è proposto su entrambi i modelli in abbinamento alla trazione anteriore oppure alla trazione integrale 4WD AllGrip Select. Il cambio, invece, è sempre manuale a 6 rapporti.

Diverse le funzioni specifiche del sistema Suzuki Hybrid:

Il nuovo sistema Suzuki Hybrid garantisce un aumento di coppia complessivo e un’ottimizzazione della stessa nelle fasi transitorie. In fase di partenza e accelerazione, ad esempio, il motore elettrico massimizza il suo intervento supportando la turbina finché questa non ha raggiunto il massimo della sua efficienza. Analogamente il motore elettrico interviene se il guidatore agisce in maniera decisa sull’acceleratore. Questo consente di minimizzare il carico sul motore termico, riducendo i consumi, e di fornire un feeling di guida più diretto. Gli ingegneri di Hamamatsu hanno studiato anche una terza funzione del motore elettrico. In fase di decelerazione quest’ultimo è infatti in grado di gestire in autonomia la rotazione al minimo del motore termico, senza che venga immessa benzina. In questo modo, in fase di rallentamento, la vettura azzera i consumi.

Controllo dell’integrazione di coppia

Attraverso il controllo dell’integrazione di coppia il sistema Suzuki Hybrid utilizza la prontezza del motore elettrico per aumentare la reattività del propulsore. L’intervento immediato dell’unità elettrica elimina i naturali ritardi che si manifesterebbero altrimenti tra l’azione sul pedale dell’acceleratore e la risposta di un normale motore termico.

Boost di coppia

La funzione di boost provvede a integrare con la coppia aggiuntiva del motore elettrico quella fornita dal motore termico fino a che non entra in gioco la massima spinta del turbo, attorno ai 2.000 giri. La combinazione delle due coppie ottimizza e irrobustisce la curva di erogazione per un’accelerazione più brillante e lineare.

Mantenimento del minimo

In fase di decelerazione, premendo il pedale della frizione, i giri minimi del motore termico vengono mantenuti dal motore elettrico e il consumo di carburante viene così azzerato. Dal momento che è comunque assicurata una certa velocità di rotazione, il motore è sempre pronto a riprendere la marcia e l’auto può riaccelerare più prontamente quando richiesto dal conducente.

Il mild hybrid di Suzuki è più leggero rispetto a molti sistemi proposti dalla concorrenza, con un peso aggiuntivo di 45 kg. Vista l’omologazione ibrida, infine, Vitara e S-Cross Hybrid sono esenti dai blocchi di circolazione e, anzi, beneficiano di tutti i vantaggi, fiscali e amministrativi previsti per le vetture ibride da diverse amministrazioni locali.

SUZUKI VITARA HYBRID: PREZZI E ALLESTIMENTI

Tre gli allestimenti disponibili per Suzuki Vitara Hybrid: Cool, Top e Starview. Per tutti e tre, la dotazione comprende già di serie il pacchetto di ADAS: funzione “attentofrena” (frenata automatica d’emergenza con riconoscimento pedone), i sistemi “guidadritto” (avviso superamento e mantenimento corsia), “restasveglio” (monitoraggio colpi di sonno in caso di sbandamento), “occhioallimite” (riconoscimento segnali stradali con riproduzione nel quadro strumenti), “guardaspalle” (monitoraggio angoli ciechi con spia gialla nello specchietto e avviso acustico), “vaipure” (monitoraggio angoli ciechi in uscita in retro dal parcheggio) e il cruise control adattativo (mantenimento distanza di sicurezza automatico).

Di serie anche i nuovi fari a LED con profilo azzurro nell’ottica interna, il climatizzatore automatico, il display touchscreen da 7 pollici, il quadro strumenti a colori con schermo My Drive 4.2 pollici, Android Auto/Apple CarPlay/MirroLink, la videocamera posteriore, i sensori luce e pioggia, i sedili anteriori riscaldati e regolabili in altezza (lato guida e passeggero), il bracciolo centrale con vano portaoggetti, il volante regolabile in altezza e profondità, i fendinebbia, i vetri privacy, 7 airbag e i cerchi in lega da 17 pollici.

I prezzi di Suzuki Vitara Hybrid partono da 24.200 euro per la versione Cool con trazione anteriore e da 26.400 euro per la versione Cool 4WD AllGrip. Prevista una promo di lancio, valida fino al 31 marzo 2020, che sconta il prezzo di listino di 2.500 euro (senza obbligo di finanziamento), più ulteriori 750 euro in caso di permuta o rottamazione, per un prezzo base di 20.950 euro.

SUZUKI S-CROSS HYBRID: PREZZI E ALLESTIMENTI

Molto simile la strategia di posizionamento di Suzuki S-Cross Hybrid, disponibile in 2 allestimenti: Cool e Starview. Di serie su tutta la gamma il sistema “attentofrena” (frenata automatica d’emergenza) e il cruise control adattativo, che garantisce il mantenimento automatico della distanza di sicurezza, oltre al climatizzatore automatico bi-zona, il display touchscreen da 7 pollici, i sistemi di mirroring, la videocamera posteriore, i sensori luce e pioggia, l’accesso keyless start e keyless entry, i sedili anteriori riscaldati e regolabili in altezza (lato guida e passeggero), il bracciolo centrale anteriore e posteriore, il volante regolabile in altezza e profondità, i fari full LED, fendinebbia, i vetri privacy, 7 airbag, i cerchi in lega da 17 pollici e i retrovisori ripiegabili elettricamente.

I prezzi di Suzuki S-Cross Hybrid partono da 24.490 euro per l’allestimento Cool con trazione anteriore e da 26.690 euro per quello a trazione integrale. Anche in questo caso, fino al 31 marzo, il prezzo di listino viene scontato dalla promo di lancio, che su S-Cross arriva a 3.500 euro in meno, senza necessità di finanziamento, permuta o rottamazione. Il prezzo base, in promozione, scende così a 20.990 euro. Presente, infine, una serie speciale a tiratura limitata Launch Edition, sviluppata sulla base dell’allestimento Cool e dotata, in più, di sensori di parcheggio anteriori e posteriori, navigatore e cerchi in lega BiColor: prezzi, promozioni escluse, da 25.190 euro.