News

Tesla Battery Day: tutte le novità in arrivo su batterie e nuovi modelli

Il Tesla Battery Day è finalmente arrivato: la scorsa notte è andato in scena l’evento più atteso dell’anno non solo dai fan della società californiana ma anche dagli investitori, ansiosi di conoscere le tante novità (ampiamente anticipate negli scorsi mesi) riguardanti batterie e prodotto.

PAROLA D’ORDINE: EFFICIENZA

Prima di iniziare a parlare di batterie, il CEO Elon Musk ha sottolineato l’obiettivo principale perseguito da Tesla nel corso dei primi 13 anni della sua storia: diventare una Energy Company – l’espressione Car Manufacturer (produttore di auto) non rientra più da tempo nel suo vocabolario – in grado di accelerare la transizione energetica dai combustibili fossili all’energia elettrica nel modo più veloce e sostenibile possibile. Si parla di sostenibilità ambientale, ovviamente, ma non meno importante è quella finanziaria. E in questo le nuove tecnologie messe a punto per le batterie avranno un ruolo fondamentale.

NUOVE BATTERIE TESLA: COME SONO E COME FUNZIONANO

L’assemblea annuale dedicata agli azionisti si trasforma così in Battery Day. Tutto, infatti, ruota attorno ad un obiettivo di fondo, che per Tesla rappresenta una vera sfida: produrre batterie efficienti e a basso costo. Protagonista è la nuova cella 4680, nome in codice che semplicemente identifica il form factor delle nuove pile cilindriche, caratterizzate da un diametro di 46 mm e da un’altezza di 80 mm. La 4680 porta con sé una densità energetica 5 volte superiore, è 6 volte più potente e consente – con la sola riprogettazione del form factor – di ottenere il 16% in più di autonomia rispetto alle attuali celle e di ridurre i costi per kWh del 14%.

TUTTO RUOTA INTORNO ALLA BATTERIA

Un profondo processo di riprogettazione dell’intero ciclo produttivo delle batterie – dalla forma alla chimica, dall’assemblaggio all’integrazione all’interno della struttura del veicolo – permetterà a Tesla di ridurre i costi di produzione al kWh (-56%), ridurre gli investimenti per gWh (-69%) e ridurre l’impatto ambientale (zero sprechi d’acqua grazie al metodo “dry electrode”), aumentando al contempo l’autonomia dei veicoli elettrici (+54%). Tutto questo verrà introdotto sul mercato a partire dal 2022.

NOVITÀ BATTERY DAY: ARRIVANO LA TESLA DA 25.000 DOLLARI E LA MODEL S PLAID

La realizzazione delle economie di scala di quanto annunciato finora permetterà a Tesla di portare a compimento uno dei progetti iniziali dei fondatori: proporre sul mercato un veicolo elettrico davvero alla portata di tutti. La Tesla “economica” costerà circa 25.000 dollari e non mancherà di dotazioni quali l’Autopilot, ma per il suo arrivo sul mercato ci vorranno almeno ancora tre anni. Arriverà invece molto prima, all’inizio del 2021 negli USA e alla fine del prossimo anno in Italia, la Tesla Model S Plaid, versione ultra performante della berlina sportiva: spinta da tre motori, offrirà un’autonomia superiore a 840 km, raggiungerà i 320 km/h di velocità massima e accelererà da 0 a 100 km/h in 2,1 secondi. Tesla Model S Plaid è già ordinabile in Italia ad un prezzo di partenza di 140.990 euro.

CONFIGURATORE TESLA MODEL S PLAID

BATTERY DAY TESLA: FOTO E SLIDE

BATTERY DAY TESLA: VIDEO STREAMING