News

Tesla Solar Roof V3: il tetto solare è più economico e resistente

I proprietari di auto elettriche lo sanno bene: ricaricare da casa è la scelta più comoda e quasi sempre più economica. Certo, non bisogna avere fretta viste le basse potenze in gioco, e soprattutto bisogna mettere in preventivo un aumento di potenza oppure un sistema di pannelli fotovoltaici con accumulatore per non dipendere totalmente dalla rete elettrica e, possibilmente, ricaricare in maniera più rapida. 

Tesla, che più che sull’auto elettrica punta all’ecosistema di ricarica, ha visto nel Solar Roof l’idea più “smart” per alimentare casa e auto sfruttando l’energia rinnovabile. Il concetto di base è semplice: le tegole di cemento, a cui solitamente si sovrappone il pannello fotovoltaico, diventano esse stesse dei pannelli fotovoltaici.

Oggi, dopo anni di rinvii, è stata presentata la terza generazione di Solar Roof, quella destinata – finalmente – alla produzione su larga scala. Le “tegole” in vetro diventano più belle da vedere, ancora più resistenti alla grandine e soprattutto più economiche rispetto ad una soluzione tradizionale (tegole di cemento + pannello fotovoltaico). Si riduce, inoltre, il tempo di installazione del Solar Roof, ora stimato in 5-7 giorni contro le 2 settimane richieste per le precedenti versioni.

Negli USA, dove inizierà la commercializzazione del Solar Roof V3, un impianto Solar Roof per una casa di medie dimensioni (superficie del tetto di circa metri quadrati) con potenza di 10 kW costerà circa 42.500 dollari, che diventano circa 34.000 al netto degli incentivi. 

Il tutto per un sistema la cui efficacia è garantita 30 anni, oltre i quali i pannelli continueranno a convertire l’energia solare in elettrica, ma in minore quantità. La produzione è già partita presso la Gigafactory 2 di Buffalo e la capacità produttiva, a regime, è stimata in 1.000 impianti alla settimana.