Elettrico & Tech

Trasformare un’auto ibrida a metano è possibile: arriva l’omologazione

Un progetto di collaborazione tra Ecomotive Solutions e Autogas Italia e Snam4Mobility ha portato alla prima omologazione in Italia per un sistema di doppia alimentazione hybrid/benzina+CNG (metano): una soluzione che unisce i vantaggi delle auto ibride con quelli delle vetture alimentate a gas naturale.

AUTO IBRIDA A METANO: COME FUNZIONA L’IMPIANTO

L’impianto a metano per auto ibride è stato sviluppato sulla base di una Toyota C-HR 1.8 Hybrid, messa a disposizione per il progetto da Snam4Mobility, controllata di Snam che promuove la mobilità sostenibile a gas naturale e a biometano. Disponibile per l’installazione su motori a iniezione diretta e indiretta, il kit di trasformazione a metano per auto ibride non differisce molto dai classici impianti per motori a benzina.

Nel vano motore trovano posto un riduttore di pressione a doppio stadio, una centralina elettronica per il controllo e la gestione del sistema metano e un rail a quattro iniettori per il metano. I tre serbatoi per il gas naturale (due da 24 litri e uno da 22 litri) vengono collocati nel doppio fondo del bagagliaio, senza sacrificare la volumetria originale.

Il rifornimento avviene tramite un tappo ricavato lateralmente nella parte posteriore del veicolo, come accadeva nelle trasformazioni di qualche anno fa. L’integrazione è semplice anche per quanto riguarda l’interfaccia: è infatti presente un classico commutatore che permette di selezionare il tipo di combustibile, verificare il livello di metano presente nei serbatoi e ricevere informazioni di eventuali anomalie.

AUTO IBRIDA A METANO: PRESTAZIONI E AUTONOMIA

L’autonomia a metano di una Toyota C-HR Hybrid trasformata varia tra i 300 e i 350 km, in base alle percorrenze e alle condizioni di utilizzo. Il produttore assicura che non ci sarà alcuna variazione nelle prestazioni tra il funzionamento a ibrido/benzina e ibrido/metano.

Il banco prova potenza su cui è stata testata la vettura ha restituito gli stessi valori del funzionamento originario a benzina. Su strada non sono state evidenziate alterazioni del comportamento di guida.

I VANTAGGI DI UN’AUTO IBRIDA A METANO

Oltre al considerevole risparmio alla pompa (intorno al 50% rispetto ad un’auto alimentata a benzina), la trasformazione di un’auto ibrida/benzina a metano permette di ridurre le emissioni di gas serra e di sostanze inquinanti, a maggior ragione se tale metano è ricavato da fonti sostenibili e rinnovabili come le biomasse.

Un veicolo ibrido convertito a metano può arrivare ad emettere il 24% in meno di anidride carbonica (CO2) rispetto allo stesso veicolo benzina/ibrido (dati rilevati effettuando test con strumentazione PEMS – Portable emissions measurement system).