Elettrico & Tech

Volvo XC40 plug-in hybrid: prezzi e caratteristiche del SUV ibrido (Video)

Volvo XC40 in versione ibrida plug-in è stato ufficialmente annunciato da Volvo Cars Italia nel corso di una conferenza stampa online, in sostituzione del test drive che avrebbe dovuto svolgersi lo scorso febbraio nei colli bolognesi. In attesa di poterlo guidare su strada – il test drive vero e proprio avverrà quando sarà rientrata l’emergenza coronavirus – vi raccontiamo tutte le caratteristiche di questo SUV ricaricabile a trazione anteriore, che si affiancherà in gamma alla versione elettrica Recharge Pure Electric. In questo articolo troverete tutte le caratteristiche di Volvo XC40 ibrida plug-in, compreso il configuratore online, dove è possibile costruirsi su misura il proprio SUV ibrido confrontando le dotazioni dei tre allestimenti disponibili.

Si tratta di un SUV dall’ottimo successo commerciale fin dal lancio nel 2017, con oltre 21.000 unità vendute in Italia. La variante plug-in hybrid, negli obiettivi di vendita di Volvo nel 2020, costituirà il 16% delle vendite del modello. L’obiettivo totale è quello di avere il 15% di auto ibride plug-in nella gamma Volvo. Ad oggi, nei primi 2 mesi del 2020, i modelli Volvo hanno conquistato una quota del 12% nel mercato delle auto ibride vendute in Italia.

VOLVO XC40 IBRIDA PLUG-IN: MOTORE

Volvo XC40 Recharge Plug-in Hybrid T5 Twin Engine: un lungo nome che sintetizza il primo SUV ibrido costruito sulla piattaforma modulare CMA riservata ai veicoli a trazione anteriore/integrale del Gruppo Volvo, comprese le varianti elettrificate.

Il powertrain è composto da un motore 1.5 turbo benzina 3 cilindri da 132 kW / 180 CV (deputato a fornire trazione alle ruote anteriori), abbinato ad un’unità elettrica in grado di sviluppare 60 kW / 82 CV. Di serie il cambio automatico a doppia frizione Geartronic a 7 rapporti, che integra il motore elettrico in un sistema ibrido a 400 V (con tutti gli elementi propulsivi sull’asse anteriore) capace di sviluppare una potenza massima di 262 CV e una coppia di 425 Nm, erogati tra 1.500 e 3.500 giri al minuto.

Tre le modalità di guida di Volvo XC40 ibrida plug-in:

  • Pure: zero emissioni (fino ad una velocità massima di 130 km/h)
  • Hybrid: modalità ibrida, ovvero i due motori lavorano in simbiosi per ridurre i consumi, ricaricando la batteria con il motore a benzina quando conveniente
  • Power: massima potenza combinando termico ed elettrico

VOLVO XC40 RECHARGE PLUG-IN HYBRID: DIMENSIONI E BAGAGLIAIO

Grazie alla piattaforma CMA, pensata appositamente per essere elettrificata, il pacco batterie è integrato nel pianale e non va a ridurre lo spazio utile per passeggeri e bagagli. La capacità del bagagliaio è di 460 litri, che diventano 1336 litri abbattendo gli schienali.

VOLVO XC40 IBRIDA PLUG-IN: BATTERIA E AUTONOMIA

La vettura è alimentata da un pacco batterie agli ioni di litio da 10,7 kWh di capacità lorda (8,5 kWh utilizzabili). Le emissioni di CO2 dichiarate nel ciclo NEDC sono comprese tra 41 e 45 g/km, con consumi medi nell’ordine dei 1,6 – 1,8 l/100 km a batterie cariche. I consumi di Volvo XC40 ibrida plug-in nel più realistico ciclo WLTP salgono a 2,0 – 2,4 l/100 km a batterie cariche, con emissioni di CO2 di 45 – 55 g/km e un’autonomia elettrica compresa tra 42 e 45 km.

I consumi reali di Volvo XC40 ibrida plug-in? Secondo i tecnici Volvo, che hanno guidato la vettura al posto nostro in un percorso di 45 km composto da un tratto di collina, uno di extraurbano e uno di città, con la batteria scarica siamo sui 6 litri per 100 km, con la batteria carica 1,6 l/100 km. Una XC40 diesel, per fare un paragone, si è attestata sui 7,3 l/100 km.

A livello di prestazioni, il piccolo motore elettrico offre una coppia pari a 160 Nm, sufficienti a spingere la massa di 1.812 kg del veicolo (peso in ordine di marcia incluso conducente di 75 kg) fino a 180 km/h (velocità massima autolimitata su tutte le Volvo per ragioni di sicurezza), con un’accelerazione 0-100 km/h coperta in 7,3 secondi.

La batteria di Volvo XC40 Recharge plug-in hybrid T5 Geartronic si può ricaricare solamente in corrente alternata (monofase) con una potenza massima di 16 A (3,7 kW), 10 A o 6 A (2,3 kW) e tempi di ricarica, rispettivamente, di 3, 4 o 8 ore.

VOLVO XC40 IBRIDA PLUG-IN: PREZZI E ALLESTIMENTI

Il prezzo di Volvo XC40 ibrida plug-in Recharge parte dai 47.770 euro della versione Inscription Expression, salendo ai 50.220 euro della Inscription e arrivando ai 50.920 euro della R-Design. La dotazione di serie, fin dall’allestimento base, prevede il sistema di infotainment connesso con display da 9 pollici, navigatore Sensus con real time traffic e grafica 3D, impianto audio Sensus Connect da 250 W, 4 prese USB-C (2 davanti e 2 dietro), Volvo On Call (car sharing), quadro strumenti digitale da 12,3 pollici configurabile, cruise control con limitatore di velocità, Drive Mode, Hill Descent Control, Keyless Drive e Entry, sensore luce e pioggia, climatizzatore automatico bi-zona con controllo remoto, sistema Slippery Road Alert (in caso conducente riceva sul display avviso di strada con scarsa aderenza, la stessa info viene fornita tramite ‘cloud’ agli altri veicoli Volvo connessi), controllo della stanchezza del conducente, Lane Keeping Aid e Lane Departure Warning, Oncoming Lane Mitigation con frenata automatica, Road Sign Information (visualizzabile sulla strumentazione o sull’head-up display), fari a LED, cavo ricarica Mode 3 monofase – Tipo 2 con presa Mennekes, cavo ricarica Tipo 2 Mode 2 monofase con presa Shucko e cerchi in lega da 18 pollici con pneumatici 235/55 R18 V.

Volvo XC40 Recharge plug-in hybrid può anche essere utilizzata con la formula in abbonanamento Care by Volvo, una soluzione che riduce il gap economico tra le varianti a benzina e quelle ibride plug-in.

La garanzia della batteria e del sistema ibrido di Volvo XC40 Recharge plug-in Hybrid è di 5 anni o 150.000 km.

CONFIGURATORE ONLINE VOLVO XC40 IBRIDA PLUG-IN RECHARGE

OMTANKE: LA SOSTENIBILITà SECONDO VOLVO

Ridurre la carbon footprint del 40% entro il 2025: questo l’obiettivo di Volvo, che interverrà su tutto il ciclo di produzione e fornitura delle vetture. Omtanke: in svedese, “prendersi cura” (in questo caso dell’ambiente). In questo progetto rientra anche l’impegno di Volvo a incentivare i propri clienti ad utilizzare le loro auto ibride plug-in il più possibile in modalità elettrica. I clienti Volvo, secondo i dati raccolti dalla casa tramite l’app Volvo On Call, utilizzano l’auto in modalità Pure (100% elettrica) per il 41,4% del tempo. Ma la Casa non è soddisfatta: per questo l’incentivo di Volvo per aumentare questa percentuale consiste in diverse iniziative:

  1. ampliare l’offerta di auto Recharge
  2. ridurre i tempi di produzione e consegna (dando dunque la priorità) alle plug-in hybrid (obiettivo 2020: 20%)
  3. “regalare” l’elettricità per ricaricare le vetture ibride plug-in: Volvo rimborserà il costo dell’energia elettrica utilizzata dal cliente per ricaricare la vettura
  4. finalizzare un accordo con Enel X per l’installazione di Wallbox

L’ambizione è ancora maggiore per il 2040, data entro quando Volvo conta di bilanciare totalmente le emissioni di CO2 della propria filiera.

VIDEO ANTEPRIMA VOLVO XC40 RECHARGE ELETTRICA